Expo Kuwait-Italia, il Made in Italy dal 6 febbraio si apre a nuovi mercati

martedì 4 febbraio 18:55 - di Aldo Garcon
Made in Italy

Si svolgerà a Kuwait City dal 6 all’8 febbraio l'”Expo Kuwait-Italy 2020“, dedicata alle eccellenze italiane del Made in Italy. L’iniziativa si svolge con il patrocinio del Fondo Nazionale del Kuwait e dell’Autorità Nazionale per la Gioventù del Kuwait. E anche dell’Ambasciata d’Italia in Kuwait. La kermesse è organizzata da Mia Events Management. Rappresentata da Salem Al Sheraian e da Alberto Paravia che, con Emanuele Occhipinti, rappresenta la Esmo srl. La società che co-organizza la fiera.

Expo: lusso, abbigliamento e tecnologia

«All’Expo saranno presenti oltre 80 aziende italiane. E sono rappresentanti le eccellenze nei vari settori alimentare, lusso, abbigliamento e tecnologia», ha dichiarato Alberto Paravia. Questa esposizione è la prima tra Italia e Kuwait e gli organizzatori stanno già lavorando per ripetere l’iniziativa il prossimo anno. L’Expo costituisce una grande opportunità per le aziende italiane che vogliono internazionalizzare in mercati altamente ricettivi e dalle forti disponibilità. E avviare una collaborazione con investitori kuwaitiani

L’Expo era stato presentato alla stampa e agli stakeholder a Roma lo scorso 5 dicembre. È indirizzato alle Pmi italiane operanti in tutti i principali settori industriali. Esclusi il settore petrolifero e degli idrocarburi.  

Kuwait gode di stabilità finanziaria

Il Kuwait è un Paese con una moneta molto forte ed una volontà di aprirsi a nuovi mercati. E soprattutto ad importare beni da paesi alternativi alla Cina. Il Kuwait gode di stabilità finanziaria e basse pressioni inflazionistiche grazie alla prudente politica monetaria della Banca Centrale. Negli ultimi anni ha intrapreso politiche volte a sviluppare maggiormente il settore privato e diversificare i settori industriali di riferimento. Ridurre la dipendenza dal petrolio, promuovendo la creazione di un forte tessuto industriale nazionale è diventato un obiettivo strategico.

Il Paese gode di un elevato reddito pro-capite (per l’anno 2017, 67.388 dollari per abitante, mentre il prodotto interno lordo, dovrebbe raggiungere nel 2017 119,646 miliardi di dollari (stime E.I.U. 7/2017), dato che colloca le dimensioni dell’economia kuwaitiana a ridosso di quelle di Paesi ben più popolosi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica