Coronavirus, c’è il primo calciatore contagiato: è ricoverato in ospedale

giovedì 27 febbraio 13:06 - di Redazione

C’è il primo caso di coronavirus nel mondo del calcio. E’ stato diagnosticato in Toscana, grazie a un tampone che ha individuato il contagio in un calciatore di 22 anni, della Pianese, società che milita nel campionato di serie C, girone A. L’isolamento è stato deciso questa notte ed è stato comunicato direttamente all’atleta, che risiede ad Abbadia San Salvatore. Nella sua abitazione si sono presentati i sanitari per municargli l’esito del tampone e per trasferirlo presso il policlinico le Scotte di Siena.

I sintomi del coronavirus accusati dal calciatore

Il calciatore non è grave, ma resta sotto osservazione a causa della febbre e della tosse che manifestava nei giorni scorsi. La settimana prima, nel giorno di riposo, era stato a trovare i genitori in Emilia in treno. Una volta tornato ad Abbadia San Salvatore non si era recato in ospedale ma era rimasto nella propria abitazione e aveva avvertito i medici del pronto soccorso. Adesso si attendono le risposte dell’Istituto Superiore della Sanità ma la squadra, precauzionalmente oggi non disputerà gli allenamenti.

La squadra era rientrata l’altra sera a Piancastagnaio, in provincia di Siena, mentre il 22enne era0 tornato  a casa. Gli stessi malesseri sarebbero stati accusati qualche giorno prima da un secondo giocatore della Pianese. L’allarme coronavirus, dunque, si allarga anche a settori della vita sociale, economica e sportiva.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza