Usa, una strage dopo l’altra: a Kansas City sparatoria davanti a un bar. Due morti e 15 feriti

lunedì 20 gennaio 17:31 - di Redazione
Usa

Un’altra strage negli Usa. Due persone sono rimaste uccise e 15 ferite in una sparatoria. La strage si è consumata nel parcheggio di fronte ad un bar di Kansas City. Secondo le prime ricostruzioni le vittime sarebbero una donna e lo stesso uomo che ha aperto il fuoco. Il killer ha sparato contro le persone che erano in fila in attesa di entrare nel locale. Il capitano David Jackson, della polizia di Kansas City, ha detto che a fermare il killer è stata una guardia di sicurezza. Il poliziotto è intervenuto aprendo il fuoco. La sparatoria è avvenuta alcune ore dopo  la vittoria della squadra locale di football. I Kansas City Chiefs hanno battuto nello stadio della città del Missouri, i Tennessee Titans.

Usa, i tre feriti sono gravi

Secondo i media locali, il bar aveva pubblicizzato su Facebook un evento per festeggiare. La vittoria ha, infatti, aperto le porte del Super Bowl alla squadra. Secondo quanto ha reso noto la polizia, tre dei feriti sono in condizioni gravi. «Dalle prime ricostruzioni vi era una fila di persone che aspettavano di entrare nel locale.  Il sospetto si è avvicinato. E ha iniziato a sparare contro di loro»,  ha spiegato il capitano Jackson. «Non sappiamo se avesse come obiettivo una persona specifica. O  se vi è qualsiasi relazione o altri elementi in questa direzione».

Le indagini

Al momento, la polizia sta cercando anche di determinare se vi sia stata una lite. «I miei pensieri sono con le famiglie e gli amici delle persone che hanno perso la vita. O sono state coinvolte nella sparatoria della notte scorsa». Lo ha dichiarato il sindaco Quinton Lucas ringraziando la sicurezza per «aver impedito che situazione fosse peggiore».

Una strage dopo l’altra

Solo due giorni fa gli Stati Uniti sono stati il teatro di un’altra carneficina. Quattro persone sono state uccise e una quinta è rimasta ferita in una sparatoria avvenuta in un’abitazione a Grantsville. Vicino a Salt Lake City, capitale dello Utah. Un sospetto è stato fermato. La polizia è arrivata sul posto e ha trovato i quattro cadaveri. Ma non è stata in grado di confermare la notizia diffusa dai media. Secondo cui vittime e sospetto omicida erano tutti della stessa famiglia. Inoltre, un’altra sparatoria è avvenuta in Texas. Due persone sono state uccise e altre cinque ferite. La strage è avvenuta in una sparatoria durante un concerto in un club di San Antonio.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza