Sistema Bibbiano, orrori anche in Piemonte: la battaglia di FdI. Partono le indagini

venerdì 3 gennaio 15:05 - di Adriana De Conto

Bibbiano in Piemonte. Maurizio Marrone lo sta denunciando da tempo: “Il sistema Bibbiano è in tutta Italia. E le radici più profonde si trovano in Piemonte“. Il capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Piemonte ha avviato una commissione di indagine sul sistema degli affidi. Il problema c’è ed è radicato. Del resto lo attestano le foto dei bambini sull’albero di Natale della stazione di Porta Nuova a Torino. Qui tradizionalmente i cittadini appendono lettere con i loro desideri. Ebbene,  sono comparse una serie di fotografie di bambini con i loro nomi. Ed un cartello esplicito che recita “#Bibbiano #Piemonte Angeli e Demoni in tutta Italia”.

Bibbiano in Piemonte, neonati allontanati

Le immagini sono state inviate dall’ufficio stampa di Fratelli d’Italia al sito del Quotidiano Piemontese. Molte richieste sono comparse sull’albero di Natale di Porta Nuova: sono tante le foto di bambini allontanati dalle loro famiglie. Molti i disegni dei bimbi che chiedono di tornare a casa. E le speranze dei familiari di riavere figli e nipoti. “Le segnalazioni arrivateci – ha commentato Marrone – completano una galleria degli orrori, con storie tremende: neonati allontanati per abusi mai provati; minori non restituiti nemmeno dopo l’archiviazione delle accuse per abusi mai avvenuti; bambini riempiti di psicofarmaci nelle comunità terapeutiche. Ancora: stupri di gruppo e stanze buie punitive nelle comunità;  violenze in luoghi neutri, madri cacciate dalle case-famiglia per aver pubblicato post su Bibbiano nei social. Ragazzini dati in affido a coppie omosessuali”.

Piemonte: record per allontanamenti di minori

Per il capogruppo di Fratelli d’Italia tutto ciò accade nella regione “record per per allontanamenti di minori: con la percentuale al 4 per mille rispetto alla media nazionale del 2,7 per mille”. C’è una  differenza rispetto alle commissioni parlamentare su Forteto e su Bibbiano. Lo fa notare Marrone. Queste sono  impantanate dai boicottaggi di parte. Diversamente, la commissione di indagine del Consiglio regionale piemontese sta tirando dritto. “E  nella sua relazione finale ci saranno le verità documentate dalle famiglie vittime di soprusi. Finiranno così in un documento ufficiale della Regione Piemonte. Come faranno allora le procure piemontesi ad ignorare tutto questo orrore?”.

Quei patrocini alla Hansel e Gretel…

Il capogruppo Fdi in Regione chiede da tempo indagini conoscitive sul sistema affidi dei minori in Piemonte. “Abbiamo il timore – aveva denunciato – che Bibbiano sia solo la punta di un iceberg. E che gli ‘angeli e demoni’ abbiano avuto mano libera anche qui in Piemonte, dove hanno sede e radici. Abbiamo già verificato che il centro studi Hansel e Gretel ha ricevuto negli ultimi anni patrocini del Comune di Torino e sale regionali in uso gratuito per fare formazione a pagamento ad assistenti sociali. Che dice la sindaca di Torino? Ma il dato che ci preoccupa di più è il servizio di psicoterapia effettuato su 252 bambini e 211 adolescenti in sei anni, inviati da Asl, scuole e comunità per consulenze con il riscontro di traumi addirittura nel 70% dei casi. Anche il Pd e il M5s che hanno concesso quei patrocini hanno tutto l’interesse a fare chiarezza e speriamo non si oppongano alla nostra richiesta”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza