Regione Lazio, Fratelli d’Italia: «L’assistenza domiciliare alle famiglie con disabili non si tocca»

martedì 28 gennaio 16:18 - di Redazione
Fratelli d'Italia
L’assistenza domiciliare alle famiglie con disabili non si tocca. Parola di Fratelli d’Italia alla Pisana. «La sinistra al governo della Regione Lazio mette le mani all’assistenza domiciliare integrata alle famiglie con disabili. Si scrive rimodulazione. Si legge taglio». Giorgia Meloni su Facebook attacca frontalmente la riforma sanitaria targata Zingaretti.
«Parliamo di persone spesso con problemi gravi. Che hanno bisogno d cure continue. E non possono essere lasciare sole. Sono al fianco delle famiglie – continua la leader di Fratelli d’Italia –   che stanno protestando contro il rischio di tagli. E faremo di tutto per cambiare questa pessima riforma sanitaria».

Fratelli d’Italia chiede audizione in Sanità sui tagli

Il gruppo di Fratelli d’Italia alla Pisana guidato da Fabrizio Ghera va all’attacco. E chiede un’audizione urgente al presidente della Commissione Sanità della Regione. Nel mirino, appunto, il rischio tagli che ha scatenato la rivolta delle famiglie. «Se ci tolgono le ore, non sappiamo dove sbattere la testa».
«Quello che sta accadendo è di una gravità assoluta», spiega la consigliera di Fratelli d’Italia Chiara Colosimo. «L’assessore D’Amato aveva preannunciato una svolta rivoluzionaria. Invece quello che viene alla luce é che la rimodulazione annunciata fa rima solamente con taglio. Chiediamo fin da ora quindi la sospensione del decreto. Che, come evidenziato anche dai Medici di famiglia, rischia di ripercuotersi drammaticamente sulla pelle delle famiglie. Che invece hanno un disperato bisogno di assistenza continua e e professionale».
«Torniamo a ribadire – conclude la consigliere di Fratelli d’Italia – che la vera rivoluzione sarebbe quella di regolamentare la figura del caregiver familiare. Noi non ci stancheremo di portare avanti le istanze delle centinaia di famiglie con malati gravi che si sentono oramai abbandonate dalle politiche sociali e sanitarie attuate dalla Regione». Non da oggi la Colosimo si occupa delle miopi politiche della Regione Lazio a sostegno della disabilità.  «Quando il presidente Zingaretti si occuperá di quei professionisti lasciati in balia delle cooperative. E  delle multinazionali che si occupano dell’assistenza domiciliare integrata sarà sempre troppo tardi».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza