Prescrizione, Pd e M5S salvano la riforma “horror”. Clamorosa rottura dei renziani

mercoledì 15 gennaio 16:01 - di Lucio Meo

Inizierà lunedì 27 gennaio in aula, guarda caso il giorno dopo le elezioni regionali in Emilia, la discussione generale sulla riforma Bonafede per modificare le norme sulla prescrizione. Lo ha deciso la conferenza dei capigruppo alla Camera. Martedì 28 gennaio alle 9,30 il ministro Guardasigilli Alfonso Bonafede interverrà in aula alla Camera per esporre la relazione annuale sull’amministrazione della giustizia.

Il blitz che spacca la maggioranza sulla giustizia

Intanto, però, la proposta di legge a prima firma Enrico Costa di Fi sulla prescrizione, è stata di fatto soppressa oggi in commissione Giustizia alla Camera. Pd e Leu infatti, dopo l’accordo raggiunto in sede di maggioranza a palazzo Chigi sul tema, hanno votato l’emendamento dei 5 Stelle che di fatto sopprime il testo Costa.
Italia Viva si è però sfilata, come previsto. Durante le dichiarazioni di voto in commissione giustizia alla Camera, i renziani hanno confermato il si alla pdl Costa sulla prescrizione e il voto contrario all’emendamento soppressivo del testo.Per tutto il pomeriggio si era svolto un pressing su Italia Viva perchè si allineasse alla maggioranza per mandare in soffitta la pdl Costa. “Stiamo cercando una mediazione, Iv potrebbe astenersi”, si spiegava fino a porima del voto. La linea del sì al ddl Costa era stata però confermata da fonti parlamentari di Italia Viva.

Decisivo il voto della presidente

“Se la presidente Businarolo si fosse astenuta, avremmo avuto una conclamata parità che rispecchia peraltro
quella dell’assemblea della Camera”. Lo dice Carolina Varchi di Fdi. L’emendamento M5S soppressivo della pdl Costa sulla prescrizione infatti è passato per un voto, quella della presidente Francesca Businarolo. Con il M5S hanno votato Pd e Leu mentre Iv ha votato contro, con le opposizioni.

Prescrizione, le dure critiche di Forza Italia

“La maggioranza vuole instaurare definitivamente nel sistema giudiziario italiano l’aberrazione del ‘fine processo mai’. Una vera e propria perversione giustizialista, un attacco pericoloso e violento a cittadini e imprese. Pd e Leu sono allineati con il Movimento 5 Stelle nel difendere lo stop alla prescrizione dopo il primo grado di giudizio, e sono pronti a votare un emendamento pentastellato in Commissione Giustizia a Montecitorio per sopprimere la proposta di legge Costa”. Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati. “Forza Italia conferma la sua linea a difesa dello Stato di diritto e della Costituzione, daremo battaglia in Parlamento e nel Paese per cancellare la cattiva riforma Bonafede. No alla logica manettara tanto cara ai grillini, sì al garantismo e al giusto processo”, conclude.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica