Per Rita Pavone la prima vittoria sulla sinistra. La figlia di Togliatti: «Mio padre l’adorava»

giovedì 9 gennaio 11:31 - di Monica Pucci

«Si è vero, a Palmiro Togliatti piaceva Rita Pavone». La conferma, inviata per email all’Adnkronos, arriva da Marisa Malagoli. Si tratta della figlia adottiva di Nilde Iotti e di Palmiro Togliatti, sorella di Arturo, operaio ventenne, una delle sei vittime morte il 9 gennaio 1950 nell’eccidio delle Fonderie Riunite di Modena.  Era stata la stessa popolare cantante ex ‘Gianburrasca’, dopo le polemiche che hanno accompagnato l’annuncio della sua prossima partecipazione al Festival di Sanremo, a rivelarlo in alcune interviste: «Anche Togliatti era un mio fan e veniva ai miei concerti. Avrei dovuto rifiutare le lodi di Togliatti? E ora dovrei rifiutare quelle di Salvini? State sicuri che io non ho santi protettori. Se li avessi non sarei rimasta fuori da Sanremo per tutti questi anni».

Il segretario del Partito Comunista Italiano “riteneva la Pavone e Mina brave cantanti rappresentanti le nuove leve“, commenta ora la psicologa clinica Marisa Malagoli, professoressa della Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza.

Rita Pavone non si cura delle accuse

Nonostante la polemiche della sinistra sulla sua militanza “sovranista”, Rita Pavone va avanti per la sua strada. «Ho scoperto di esserci anche io solo lo scorso venerdì – racconta. Mi ha chiamato lo stesso Amadeus per dirmi che lunedì mi sarei dovuta presentare a Roma per la trasmissione. Tosca ha pensato a uno scherzo di Fiorello, io invece ho iniziato a preoccuparmi del vestito e del parrucchiere. Mi hanno raccontato che ero già dentro, ma che volutamente il mio nome non era stato annunciato perché la Rai voleva avere una sorpresa da giocarsi. Comunque sia, io sono contenta di esserci. Lo prendo come un bel regalo di Natale, anzi della Befana!». Altro che raccomandazioni politiche, altro che trastole con Salvini e i sovranisti. La Pavone si prende la prima rivincita sulla sinistra, con la conferma dei gusti musicali di Togliatti. In attesa di prendersela sul palco, a suon di acuti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza