Paura a Catania, crolla una palazzina: evacuate sette famiglie. Nessun ferito

lunedì 20 gennaio 13:03 - di Mia Fenice
Catania

Paura a Catania: crolla una palazzina. Prima c’è stato un fragoroso boato e poi il crollo: una parte di una palazzina è caduta giù la notte scorsa nella zona tra via Castromarino e via del Plebiscito . Sul posto erano già al lavoro i vigili del fuoco che erano stati allertati da un residente. In particolare è andato distrutto un appartamento che, ha riferito il proprietario alla polizia, non era abitato da circa un anno.

I vigili del fuoco hanno fatto evacuare, per precauzione, sette nuclei familiari. Si tratta di 39 persone: venti si sono trasferiti da parenti e amici, in 19 hanno trovato alloggio in strutture ricettive della zona. Secondo fonti investigative presenti sul posto non ci sono vittime né feriti causati dai crolli. Tra le macerie hanno lavorato due squadre di vigili del fuoco con operatori del nucleo Cinofili e dell’Urban search and rescue (ricerca e soccorso urbano) di Catania e Palermo. Quest’ultimo, sottolineano gli stessi pompieri, è un intervento da protocollo perché sebbene non ci siano segnalazioni di dispersi si effettuano lo stesso le ricerche.

Catania, i soccorsi

Come si legge su LiveSicilia.it già ieri pomeriggio alcuni residenti hanno allertato i soccorsi per alcune crepe presenti nelle loro abitazioni. E si pensa al collegamento con i lavori della metropolitana. Un uomo ha chiamato i vigili del fuoco. «Già nel pomeriggio abbiamo temuto il peggio, fortunatamente abbiamo lasciato le case», racconta a LiveSicilia (GUARDA VIDEO LiveSicilia)  Un intervento tempestivo che ha salvato la vita ai vicini di casa.

Nell’area, si legge ancora sul sito, sono in corso i lavori della metropolitana, per il completamento della tratta Stesicoro-Palestro. «Ieri ci sono state le segnalazioni per l’allargamento delle crepe nelle pareti e sono arrivati anche i tecnici  – racconta un uomo che abita nel palazzo – poi nella notte la situazione è precipitata. Siamo usciti dalle case appena in tempo».

«Non ci sono dispersi»

L’ingegnere Giuseppe Verme, comandante provinciale dei vigili del fuoco di Catania, ha confermato che «non ci sono dispersi» e che «tutti i presenti sono stati messi in salvo». «Il cortile del palazzo di circa 300 metri quadrati – ha spigato a BlogSicilia – si è “collassato” in una voragine profonda 2-3 metri, trascinando parte della struttura. Per fortuna in quel momento i sopralluoghi in quella zona si erano conclusi e non c’era nessuno dei vigili del fuoco all’opera né abitanti nell’edificio. Abbiamo messo al sicuro tutti i presenti, e una persona l’abbiamo soccorsa da un balcone, perché le scale interne non erano utilizzabili».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza