Meloni va a Bibbiano: “Vogliamo verità e giustizia. Saremo al fianco delle famiglie fino alla fine” (video)

sabato 18 gennaio 18:58 - di Viola Longo
bibbiano

“Siamo stati i primi ad arrivare e saremo gli ultimi ad andarcene”. Impegnata nella campagna elettorale in Emilia Romagna, Giorgia Meloni ha fatto una tappa “senza clamori” a Bibbiano. “Non poteva mancare”, ha spiegato in una diretta Facebook, perché una civiltà che si gira dall’altra parte “di fronte all’eventualità che alcune famiglie siano state private ingiustamente dei propri bambini, perché su quei bambini qualcuno ci potesse guadagare, non è una civiltà degna di questo nome”.

FdI chiede verità e giustizia su Bibbiano

Meloni è tornata dunque a chiedere chiarezza e giustizia. Una “giustizia veloce”. Perché “le persone che si siano rese eventualmente responsabili di fatti così gravi paghino in maniera esemplare“. E perché “i fatti di Bibbiano e della Val d’Enza siano un campanello d’allarme sul sistema degli affidi in Italia e su quello che non funziona”. La leader di FdI ha ricordato quindi le proposte del partito per sanare le storture del sistema, ponendo un “tema generale” nel quale esiste il “tema particolare di Bibbiano”. “Altri hanno solo tentato di insabbiare quello che è accaduto intorno a queste famiglie”, ha aggiunto.

Le responsabilità politiche del Pd

“Io non penso che se c’è indagato un sindaco Pd significhi che il Pd è responsabile”, ha chiarito Meloni, per la quale la responsabilità dei Dem è un’altra. Ovvero il modo in cui il Pd ha reagito davanti a questa vicenda drammatica e allarmante. “Quello che è intollerabile è che hanno sempre espresso solidarietà a un sindaco indagato per una vicenda così grave”, ha spiegato la leader di FdI, ricordando che anche in Parlamento si sono registrati episodi “imperdonabili”. Uno fra tutti: il no della sinistra all’istituzione di un fondo per risarcire le famiglie che, a seguito di sentenze, risultassero danneggiate. FdI lo aveva proposto come emendamento alla Finanziaria, perché “se le istituzioni hanno sbagliato lo Stato deve in qualche modo dire ‘scusate'”. Invece la maggioranza, quella stessa che ha voluto 400mila euro per celebrare il centenario del Pci, ha detto no.

Meloni: “La sinistra deve chiedere scusa”

“Il Pd deve chiedere scusa, non noi”, ha quindi avvertito Meloni, ricordando i tentativi dem di mischiare le carte in tavola anche di fronte al fatto che “i capi d’imputazione per Bibbiano sono stati tutti confermati e sono aumentati fino ad arrivare a 108”. “Noi vogliamo la verità e vogliamo giustizia per queste famiglie”, ha concluso Meloni, ricordando che FdI ha anche garantito loro una candidatura alle regionali “per dare diritto di cittadinanza alle vittime e metterle in condizione di combattere anche in prima persona”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza