Meloni: “Con Salvini e Berlusconi lavoriamo per un comizio di chiusura unitario”. Ecco dove e quando

martedì 21 gennaio 19:20 - di Sveva Ferri
meloni

Il centrodestra “sta lavorando” per chiudere la campagna elettorale con un comizio unitario. La notizia, inizialmente circolata come indiscrezione, è stata poi confermata da Giorgia Meloni, nel corso della registrazione della puntata di Porta a Porta. “Stiamo lavorando per un comizio di tutto il centrodestra venerdì alle 18,30 a Ravenna”, ha spiegato il presidente di FdI, dando quindi anche i dettagli dell’evento che dovrebbe riportare sul palco tutti e tre i leader del centrodestra, al fianco della candidata governatrice Lucia Borgonzoni. Sono state invece fonti vicine ai vertici della coalizione a spiegare che la location dovrebbe essere piazza del Popolo.

La fine del governo giallorosso

L’Emilia Romagna, dunque, anche nella scelta della chiusura, si conferma cruciale. “Se in Emilia Romagna, una cassaforte della sinistra, dopo l’Umbria, si dovesse dire che a vincere è una maggioranza di centrodestra, quale altra discordanza dobbiamo aspettare? Non c’è altro. Il popolo ormai è distante da questo governo“, ha ribadito Meloni a Porta a Porta. In ogni caso, anche se in Emilia Romagna dovesse vincere il centrosinistra, “non bisogna aspettare molto”. “Il governo non ce la fa ad andare avanti per molto”, ha proseguito.

Meloni: “Il proporzionale è fatto contro gli italiani”

Ma il salotto di Bruno Vespa è stato anche l’occasione per affrontare il merito di alcuni argomenti caldi dell’agenda politica, dalla legge elettorale ai temi ambientali. “Il proporzionale è un sistema fatto contro l’Italia e gli italiani. Un ritorno secco alla Prima Repubblica senza il pentapartito. Peggio, un caos generale, un sistema disegnato a misura dei trasformisti, di chi si vende, di chi passa da uno schieramento all’altro. Gli italiani – ha avvertito Meloni – devono punire chi lo vota, chi si assume la responsabilità di votarlo deve essere punito dagli italiani”. Ma FdI farà la sua parte anche in Parlamento per evitare questo caos. “Presenterò un emendamento -ha annunciato la leader del partito – per dire che in ogni caso i partiti devono dichiarare quali sono i partiti con cui sono disponibili ad allearsi. E poi si faccia una campagna elettorale come se ci fosse il sistema maggioritario, in un perimetro di centrodestra”.

L’anima ecologista di FdI

Infine un passaggio sulle tematiche ambientali, rilanciate anche dal Forum di Davos. “FdI – ha chiarito la sua presidente – è un movimento ecologista. Noi siamo quelli che abbiamo il programma di tutela ambientale più complesso, ma bisogna essere molto seri. Ho molta attenzione e curiosità per Greta, ma – ha spiegato Meloni – quando parla della plastica e non parla di Cina e India qualcosa sfugge”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • federico 22 gennaio 2020

    Si spera non solo in Emilia Romagna ma anche in Calabria!

  • federico 22 gennaio 2020

    comizio di chiusura unitario? finalmente una buona notizia!

  • antonio 21 gennaio 2020

    presidente ricordati di abolire il numero chiuso in medicina.ti ricordi il viaggio in albania

  • antonio 21 gennaio 2020

    condivido tutto. voglio ricordare che abbiamo fatto un referendum per il maggioritario.e’ vero.bisogna ricordarlo agli smemorati del pd .segni doceat

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica