Gregoretti, Meloni: «Salvini ha fatto il suo dovere. Processarlo sarebbe una follia. Noi votiamo no»

lunedì 20 gennaio 16:07 - di Alessandra Danieli
meloni
Caso Gregoretti, legge elettorale, taglio dei parlamentari. Dai microfoni del Tg2 Giorgia Meloni accende i riflettori sull’attualità di queste ore. A cominciare dal caso Gregoretti che vede imputato Matteo Salvini

Gregoretti, Meloni: processare Salvini è una follia

«Mi sono fatta l’idea che siamo in una nazione nella quale un ministro che fa il suo lavoro rischia di finire sotto processo. Quando ci sono diversi ministri che in Italia hanno favorito il reato di immigrazione clandestina. E non sono stati neanche indagati. È la fine della democrazia», dice la leader di Fratelli d’Italia. Per questo ribadisce, «voteremo convintamente contro l’autorizzazione a procedere nei confronti di Salvini. E sarebbe folle se lo processassero».

Taglio dei parlamentari, solo FdI contro il referendum

Nell’intervista al Tg2 la Meloni ha anche ricordato la posizione di Fratelli d’Italia sul taglio dei parlamentari. «È l’unico partito che non ha sottoscritto la richiesta di referendum sulla legge. Abbiamo votato 4 volte per tagliare i parlamentari e non avrebbe senso sostenere un referendum che in teoria va in senso opposto». Io sapevo – ha aggiunto – che la pendenza del referendum sarebbe stata utilizzata per impedire il voto. Ma visto che questo governo andrà a casa, tanto vale andare a votare subito con meno parlamentari.

Legge elettorale, la maggioranza è in agonia

Coerenza anche sulla legge elettorale «La maggioranza vuole andare avanti sul proporzionale perché si compone di una serie di forze politiche agonizzanti. Penso che il centrodestra si debba presentare con una proposta unica e univoca. E per questo Fratelli d’Italia sta lavorando».

La Giunta al voto sulla relazione di Gasparri

Sul caso Salvini-Gregoretti alle ore 17 la Giunta si riunisce la giunta per le immunità e le autorizzazioni. Dopo la conferma del calendario, arrivata venerdì scorso, e le accuse della maggioranza alla presidente Casellati, oggi i membri della Giunta dovrebbero essere chiamati a votare sulla relazione del presidente Maurizio Gasparri. Che chiede di dire no al processo a  Salvini. A sparigliare le carte, nelle ultime ore, è stato lo stesso leader della Lega. Che ha chiesto ai suoi di votare a favore del via libera al processo. «Così chiudiamo questa vicenda».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza