Coronavirus a Roma, due turisti cinesi in isolamento. E ora il governo si sveglia

venerdì 31 gennaio 11:25 - di Redazione
Roma

Roma colpita: è allarme Coronavirus anche in Italia. Sono stati accertati due casi a Roma. Si tratta di  due turisti cinesi che sono venuti nel nostro Paese. Diverse le loro tappe prima di venire nella Capitale. Alloggiavano all’Hotel Palatino a via Cavour. I due sono ricoverati allo Spallanzani, in isolamento. Il consiglio dei ministri ha preso fubalmente atto che la situazione è allarmante. E ha decretato lo stato d’emergenza sanitario, durante il Cdm che si sta svolgendo. . Intanto, è stato chiuso il traffico aereo da e per la Cina.

Lo Spallanzani è la Bibbia in questo settore. Non c’è nessun motivo di creare panico e allarme sociale”.  Sono in corso “attente verifiche per ricostruire il percorso” dei due turisti cinesi, primi casi accertati di Coronavirus in Italia, “per isolare i loro passaggi, per evitare assolutamente qualsiasi rischio ulteriore rispetto a quello già accertato”. Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi con il ministro della Salute Roberto Speranza.

Coronavirus, le tappe dei due turisti prima di Roma

I due turisti cinesi sono “ricoverati in isolamento: sono in buone condizioni”. Lo ha detto il direttore scientifico dello Spallanzani di Roma Giuseppe Ippolito.  La coppia di cinesi è originaria della provincia di Wuhan. Secondo quanto si è appreso erano arrivati dieci giorni fa, il 23 gennaio a Milano. Erano stati due giorni nella capitale lombarda. Dopo alcune tappe per l’Italia tra cui Parma, sono arrivati a Roma, all’hotel Palatino. Giovedì sera si sono sentiti male e, visti i sintomi che presentavano, sono stati presi in carico da personale del 118 e ricoverati allo Spallanzani. Nei due giorni a Roma si sarebbero spostati per il centro storico, visitando musei e luoghi d’interesse turistico. Un percorso sul quale il Ministero della Salute ha garantito che farà luce.

Il resto della comitiva, nonostante il ricovero della coppia, stava tuttavia continuando il viaggio Verso Cassino. Ma, scattate le procedure di sorveglianza sanitaria, sono stati indotti  dalle forze dell’ordine a raggiungere lo Spallanzani. Le loro condizioni non destano preoccupazioni ma saranno tenuti in osservazione. Nel frattempo al Grand Hotel Palatino di Roma, un quattro stelle con 200 stanze e tre sale da pranzo, la stanza dei turisti è stata sigillata.
Attivata la sorveglianza sanitaria sulle persone venute in contatto con la coppia ricoverata presso l’istituto nazionale malattie infettive Spallanzani. Sono scattate tutte le misure previste dai protocolli sia per quanto riguarda alcune persone dell’albergo, sia riguardo gli altri componenti del gruppo di turisti. Al momento sono tutti asintomatici e non destano preoccupazione”, ha sottolineato l’assessorato alla Sanità della Regione Lazio.“

 
 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza