Clandestini a volontà dopo il voto. Ong, ius soli e giustizia liberatutti, ecco la sinistra ringalluzzita

mercoledì 29 gennaio 6:00 - di Francesco Storace

Clandestini padroni d’Italia ma non farlo sapere prima del voto. Due fatti chiariscono ancora meglio il concetto e fanno crescere il disgusto per certa politica imbrogliona. Il governatore rieletto dell’Emilia Romagna rilancia lo ius soli. Il Viminale autorizza lo sbarco di quattrocento migranti e passa nel porto di Taranto.

In più, il noto Luca Casarini – come si scrive in questura – potrà continuare indisturbato il suo mestiere di cercatore di clandestini manco fossero pepite. Per la Procura di Agrigento non ha commesso reato quando beffò la Guardia di Finanza a bordo della mare Jonio. Era stato indagato con il comandante per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e il mancato rispetto di un ordine dato da una nave militare. La procura ha chiesto l’archiviazione…

Torna lo ius soli, firmato Bonaccini (dopo le urne)

Ma vediamo che cosa è successo negli altri due episodi prima accennati. Fa davvero clamore, almeno per noi, quello che ha detto Bonaccini sullo ius soli e che il Secolo d’Italia ha raccontato. Per tutta la campagna elettorale delle regionali in Emilia Romagna, il presidente uscente e poi rieletto aveva letteralmente svicolato sul tema. Guai a toccarlo, dovessero arrabbiarsi anche gli elettori di sinistra. Anzi, quando proprio a Bologna ne aveva parlato addirittura il segretario del Pd, Zingaretti, Bonaccini era andato su tutte le furie, come raccontarono le cronache di allora. C’erano altre priorità, tipo gabbare gli elettori. Adesso che il pericolo è scansato, la sinistra può tornare a fare la sinistra con la consueta arroganza di chi sa di averla fatta franca.

L’altra notizia che lascia spazio all’indignazione è quella riguardante, ancora una volta, la città di Taranto, che torna ad essere porto di clandestini. La Ocean Viking – del solito giro delle Ong – ne ha prelevati 403 e li scarica nella città pugliese, dopo aver ottenuto il via libera dal ministro dell’Interno. Anche la Lamorgese, ovviamente, li ha fatti aspettare un po’ a bordo della nave (nella foto) prima di dare il suo ok. Probabilmente si temeva di disturbare gli elettori che andavano alle urne

Centinaia di clandestini sbarcano a Taranto

La manovra è stata denunciata dal predecessore del ministro, Salvini, che ha giustamente notato che in questo caso nessuno si sia preoccupato di un eventuale sequestro di persona. Nè la titolare del Viminale, né il premier Conte, saranno ovviamente sfiorati da un’accusa del genere e allora ci penserà lui, il leader leghista, a denunciarli. Il che, alla vigilia dell’imminente ripresa della discussione in Senato dell’autorizzazione a procedere contro di lui sul caso Gregoretti, renderà più incandescente il clima.

Ma è evidente che una maggioranza parlamentare e non popolare che punta a incriminare i suoi avversari non può attendersi che pan per focaccia. La voglia di vendetta che anima Conte e soci supera ogni limite. In più, la faccia tosta di riprendere la politica dei porti aperti, ma solo ad elezioni finite, li rende davvero disgustosi. I signori che stazionano a Palazzo Chigi pensano di poter imbrogliare ancora a lungo il popolo italiano, confidando sull’unica regione in cui si sono a malapena salvati. E ricominciano con il solito repertorio pro migranti. Evidentemente pensano di poter trattare il popolo italiano in questo modo. Chissà che non ne venga invece fuori una salutare reazione.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Anna Maria Pilotto 30 gennaio 2020

    Che i comunisti approfittino delle elezioni non mi stupisce, neppure che la stragrande maggioranza delle testate giornalistiche continui a dare “Salvini come grande sconfitto”. Più che convincere il popolo cercano di autoconvincersi. Ma che sfruttino la rielezione di un governatore (e solo per una stoccata da 8 %, non certo quell’80 % che decenni fa otteneva il PCI) per riportare a galla le velleità pro immigrazione, questo fa schifo davvero. Anche perché il 43 % andato alla Borgonzoni non li vuole gli immigrati, né la Calabria strappata alle sinistre li vuole più. Non ascoltano mai il popolo che tradiscono senza pietà. L’avidità capitalistica di un Marx che predicava dietro al tavolino, nutrito dalla sua ricchezza personale, è ora emblematica dell’ipocrisia di un partito che è e resta il più grande inganno dell’umanità. Anna

  • Paoletto Pinna 30 gennaio 2020

    Bisogna bloccare in tutti modi possibili l’ ingresso di clandestini

  • Giuseppe Forconi 30 gennaio 2020

    Certo, quando sbarcheranno anche loro con il virus assicurato in tasca, andranno tutti divisi tra la casa della boldrini, del minis. dell’interno, la lussuosa residenza di conte, non tralasciamo la villa del bonaccina e quella del zingarotto detto otto e mezzo, quindi risolto il problema.

  • Giuseppe Forconi 30 gennaio 2020

    E come la mettiamo con il virus ?? Forse servira’ ad eliminare un po’ di business cinese nelle citta’.

  • vincenziN 29 gennaio 2020

    Governo ipocrita

  • Giuseppe Forconi 29 gennaio 2020

    La politica e’ sporca….. ma piu’ sporca di cosi’ si muore.

  • Cristiani Riccardo 29 gennaio 2020

    Vogliio considerare il grande evento storico dell’attuale epocale biblica migrazione di popoii africani in Europa. Sono credente di fede cattolica e non esito, senza timore di giudizi, ad esprimere la convinzione che Gesù Cristo, il figlio di Dio crocifisso e risorto è Colui che giudica con giustizia e governa la storia degli uomini (e la Chiesa). Di fronte a quanti ritengono una “provvidenza” questa immigrazioine tra l’altro violenta e forzata da interessi e poteri disumani dalle conseguenze mortifere, è tuttavia non meno lecito considerarla un “ammonimento” per una Europa che ha ripudiato le proprie radici cristiane e che va governandosi nella superbia di un materialismo laicista, incapace di volgere uno sguardo sapiente a un futuro che assicuri il diritto di tutti i popoli di progredire nella emancipazione conseguendo il benessere nella loro terra dove poter godere le tradizioni dei padri dalle quali vengono sradicati. La storia dirà se se siamo di fronte a un evento “provvidenziale” o “ammonitore”.

  • maurizio pinna 29 gennaio 2020

    Una SINISTRA “vittoriosa” grazie ad Elly Sclein, Mattia Sartori…… personaggi tirati su a chiacchiere radical, utopie, come il mondo multietnico, la chiesa della apostasia, la pace globale, da genitori che quando vai ad indagare sono membri onorari del soviet dei docenti. Scaltri e furbi piuttosto che intelligenti, pronti a lanciarsi come stars politiche ,sponsorizzati da una sinistra che le sta provando tutte, idoli di vecchi e nuovi comunisti rincoglioniti dal mantra di “bella ciao”, convinti da vecchi compagni italiani che con 2 canzoni da osteria e un «Fascista, basco nero, il tuo posto è il cimitero» tutto è risolto, certi di aver vinto loro le elezioni a Bolsceviland dove se dai un calcio ad un sasso ti risponde “compagno”. Si cara Giorgia, sei Tu l’ultima chance, la Lega ha dei limiti. Grossolana e paesana, quando arriva alle grandi città deve limitarsi a suonare il campanello. Certo non sarà facile, perché Lucifero è pur sempre il più potente angelo del male ma bisogna fare almeno un tentativo. Vai Giorgia , provaci e che la Forza sia con te.

  • ANTONIO GIOVANNETTI 29 gennaio 2020

    e come la mettiamo con il coronavirus?

  • Carlo Cervini 29 gennaio 2020

    Salvini ha denunciato in Procura Conte e la Ministro degli Interni per sequestro di persona avendo fatto attendere i clandestini in mare per ben 6 giorni prima delle elezioni = presunto reato identico a quello di Salvini. Associatevi alla denuncia sia alla Procura, chiedendo il sequestro della nava corpo del reato, che al tribunale dei ministri, questi porci sinistri non possono sempre passarla liscia.

  • beppe 29 gennaio 2020

    Voglio vedere quando arriveranno col coranavirus cosa faranno i buonisti, perche ne sbarcheranno.

  • Daniela Enrico 29 gennaio 2020

    Lo ius soli non deve passare per nessun motivo, o ci ritroveremo loro al potere. Dobbiamo fare una rivolta tipo gilet gialli? Credo sia giunto il momento. L’opposizione non sembra in grado di fermarli. Ci vuole un piano perché loro sono appoggiati da Bruxelles. A noi chi ci appoggia in questa battaglia epocale?

  • Laura52 29 gennaio 2020

    Qualcuno si aspettava forse qualcosa di diverso? Ma credete ancora a Babbo Natale? Sveglia! I sinistri sono senza è solo pieni di invidia sociale e affamati di potere!

  • Giuseppe Forconi 29 gennaio 2020

    In Italia c’e’ qualche cosa che non funziona….. O quel poco di popolo di sinistra non ha ancora capito di come lo hanno fregato, oppure sono tutti sotto gli effetti di potenti droghe, oppure ancora, tutto quello che sta succedendo e’ semplice fantasia.
    Arrivano in totale oltre 1300 clandestini nel giro di 24 ore e la bella addormentata del ministero degli interni non batte ciglio e autorizza allo sbarco. In un Paese con a capo gente intelligente non succederebbe ma visto che si parla dell’Italia, forse e’ normale che cosi’ sia. Se faccio due passi indietro nella storia, i cari comunisti staliniani non avrebbero fatto tale macello, ma anche qui’ dato che siamo in Italia con a capo un paio, se non quattro, di idioti che sotto gli effetti del virus togliattiano, possono fare quello che vogliono. Ma il capo dello Stato cosa dice ? Nulla, tanto e’ tutto normale e non puo’ di certo andare contro a chi ce lo ha messo. Presto assisteremo ai funerali di questa Nazione. Peccato.

  • In evidenza