Cellulari e tumori, l’esperto frena: “Non ci sono prove scientifiche”

mercoledì 15 gennaio 13:13 - di Redazione

“Esiste una potenziale correlazione tra l’uso dei telefonini e il rischio di sviluppare un tumore. Ma ad oggi non esiste un’evidenza scientifica che permette di porre effettivamente in relazione l’esposizione a fonti elettromagnetiche e le neoplasie cerebrali. Questo perché ci sono degli studi con pochi casi e uno scarso ‘follow up’. Ci sono molte variabili che entrano in gioco per capire effettivamente il ruolo singolo delle onde elettromagnetiche”.

Così all’AdnKronos Salute il direttore del reparto di Oncologia pediatrica della Fondazione Policlinico Gemelli Irccs di Roma, Antonio Ruggiero, commentando la sentenza della Corte d’Appello di Torino. Qui il giudice ha stabilito il legame tra il tumore di un paziente e l’uso prolungato nel tempo del telefonino. Secondo Ruggiero, è necessario quindi “fare delle ricerche con ampie casistiche per vedere quello che accade a distanza di anni“.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

 

 

LEGGI ANCHE

In evidenza