Vuole costringerla a sposarlo: sequestra la ex 3 giorni. La picchia, la minaccia, tenta di strangolarla

lunedì 30 dicembre 19:27 - di Redazione
sequestra la ex per 3 giorni foto Ansa

Le ha dato appuntamento in un albergo. L’ha sequestrata per tre giorni. Reclusa e minacciata. Picchiata e terrorizzata, ripetutamente: fino a costringerla a firmare un impegno matrimoniale. È quanto accaduto a Montichiari, comune in provincia di Brescia, dove la polizia ha arrestato un 46enne italiano, originario di Mantova. Ora l’uomo dovrà rispondere delle accuse di induzione al matrimonio, sequestro di persona e lesioni nei confronti dell’ex.

Sequestra la ex per 3 giorni: la picchia, la minaccia, la terrorizza

A far scattare l’allarme è stato il personale dell’albergo che ha contattato la polizia locale segnalando che all’interno di una delle camere era in corso una lite violenta. Giunti sul posto, gli agenti hanno trovato una donna marocchina di 36 anni in preda a uno stato di crisi. Ricoperta di lividi sul collo e sulle braccia. Con lei c’era il 46enne che, alla vista della polizia locale, ha tentato di nascondersi nel letto fingendo di dormire. Nella camera, totalmente a soqquadro, gli agenti hanno trovato dei fogli manoscritti che registravano l’impegno della donna a sposare l’uomo.

Poi la costringe a firmare un impegno matrimoniale…

La 36enne ha quindi raccontato di essere stata portata in albergo dall’uomo con il quale aveva avuto una relazione, interrotta ormai da tempo. Lui, che non riusciva ad accettare la fine del rapporto, le aveva chiesto un ultimo appuntamento: per chiarirsi. Una volta entrata nella stanza, il 46enne però ha rivelato le sue vere intenzioni. L‘ha sequestrata per tre giorni, picchiandola ripetutamente e tentando persino di strangolarla. Il terzo giorno di violenze la vittima ha tentato di fuggire, ma l’uomo l’ha bloccata e picchiata nuovamente, trascinandola in camera.

Le donne delle pulizie assistono a una scena drammatica

Un episodio, questo, confermato dalle donne delle pulizie della struttura che dichiarano di aver assistito alla drammatica scena. Non solo, sempre le dipendenti dell’albergo, hanno subito allertato la reception. Che a sua volta ha contattato la polizia locale che, ricevuto l’allarme, è intervenuta tempestivamente, evitando il peggio. Dopo il fermo e 3 giorni in carcere, nei confronti dell’uomo è stato convalidato l’arresto e il giudice ha disposto la misura cautelare del divieto di dimora del comune di Montichiari. Oltre che di contatto e avvicinamento alla parte offesa. Titolare dell’inchiesta il pm Katy Bressanelli.

L’ultimo precedente analogo, sempre a Montichiari, un mese fa

E non è la prima volta che un episodio del genere si verifica a Montichiari. Circa un mese fa, la polizia locale è intervenuta in comune all’atto della contrazione di matrimonio tra un cittadino albanese e un’italiana vittima di ricatto. La donna era stata costretta a sposare il cittadino albanese che intendeva così regolarizzare la propria posizione. La ragazza aveva contratto dei debiti nei confronti dell’uomo, suo pusher, che l’aveva ricattata fino a costringerla alle nozze. In questo caso gli agenti, che stavano indagando da tempo sulla vicenda, sono intervenuti il giorno del matrimonio: quando hanno arrestato l’uomo in flagranza di reato.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica