Una farsa la proposta di matrimonio alla Camera: “Tutto finto, la data era fissata da tempo”

martedì 3 dicembre 11:30 - di Giorgia Castelli
Proposta di matrimonio

La proposta di matrimonio alla Camera “era finta e la data era già fissata da tempo”. Qualche giorno fa aveva fatto scalpore il gesto del deputato leghista Flavio Di Muro che durante il suo intervento alla Camera aveva chiesto con tanto di anello la mano della compagna. Ora, però, il Corriere della Sera getta ombre sulla proposta. Il matrimonio, infatti, pare fosse già stato fissato da tempo. Le nozze, scrive il Corriere della Sera, verranno celebrate il 5 settembre nella cattedrale di Ventimiglia alta. E in città lo sapevano tutti, da tempo. La data è stata prenotata a settembre, così come il ristorante per il ricevimento. Flavio ed Elisa hanno già frequentato il corso prematrimoniale. Insomma, la proposta aveva la risposta già scritta.

Proposta di matrimonio alla Camera: «Elisa mi vuoi sposare?»

La proposta di Di Muro in Parlamento, quindi, sarebbe solo una replica. Giovedì scorso, durante l’esame del decreto legge per la ricostruzione post terremoto, il deputato leghista aveva iniziato il suo intervento per dire: «Questo non è un giorno come tutti. Questo per me è un giorno speciale. Elisa, mi vuoi sposare?». Poi aveva aperto una scatola contenente un anello. La compagna si trovava in tribuna e aveva detto sì. L’aula era esplosa in un fragoroso applauso. Ma il presidente della Camera, Roberto Fico, non aveva nascosto la sua irritazione. «Capisco tutto – aveva detto Fico – ma usare un intervento sull’ordine dei lavori per questo non mi sembra il caso».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • giovanni vuolo 3 dicembre 2019

    O TEMPORA O MORES !!! PAGLIACCIATE DEL GENERE, DA QUALUNQUE PARTE POLITICA ESSE PROVENGANO, ANDREBBERO SANZIONATE CON L’INTERDIZIONE DAL PUBBLICO (ED ALTISSIMO) UFFICIO AL QUALE, IL POPOLO ITALIAN,O HA DELEGATO UN PROPRIO RAPPRESENTANTE. SCAMBIARE IN GUISA TALMENTE PROFANA LA COSA PUBBLICA CON IL PRIVATO, E’ UN TANGIBILE SEGNO DEL DEGRADO NEL QUALE QUESTO PAESE STA SCIVOLANDO ; E STAVOLTA, AHIME’, PER COLPA DI UN DEPUTATO DI DESTRA.
    MA I PERSONAGGI IMBARAZZANTI SI ANNIDANO, AHIME’, DA TUTTE LE PARTI, NESSUNO E’ IMMUNE. SE NON ALTRO, PER UNA LEGGE STATISTICA.

  • In evidenza