Sarri: «Se perdono li ammazzo…». Il tecnico sprona la Juve. Stop distrazioni a Leverkusen

mercoledì 11 dicembre 12:44 - di Redazione
Sarri

«Se perdono li ammazzo…»: Maurizio Sarri scherza. Ma, scherzando, manda comunque un messaggio ai suoi. Niente distrazioni a Leverkusen. La Juve deve giocare per vincere. Anche se rimaneggiata e con la difesa tutta rivoluzionata. Anche senza Douglas Costa, Ramsey e De Ligt. Non può essere un allenamento la partita di stasera contro questo Bayern che sogna il folle sorpasso. Che spera di scavalcare in extremis l’Atletico Madrid ed accedere agli ottavi. I bianconeri sono già qualificati. Sono primi. Per loro il risultato non conta. Ecco perchè Sarri li sprona. «Se perdono li ammazzo…» ovvero, massimo impegno. Vale per Cristiano Ronaldo, che dà segni di ripresa. E per tutti gli altri. Niente brutte figure dopo quella rimediata in campionato contro la Lazio. Con quel secondo tempo svagato e svogliato. E poi c’è quel piccolo primato da consolidare. Quei 21 incontri senza sconfitte in Europa che possono diventare 22. Anche se da battere c’è il record di Sir Alex Ferguson: 25 col suo Manchester United. Uscire indenni da Leverkusen è il minimo sindacale. Poi ci sarà da attendere lunedì. Quando a Losanna il sorteggio dirà contro chi la Juventus dovrà confrontarsi agli ottavi. Perchè la testa è sempre lì: alla Coppa dalle grandi orecchie. A quella Champions che sfugge da troppo tempo. Dalla vittoria all’Olimpico con l’Aiax del 1996. Per questo è arrivato Sarri. Lo scudetto sarebbe solo il minimo sindacale.  Lui lo sa. Sta a Torino per la Champions: «Se perdono li ammazzo…»

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica