Reddito di cittadinanza: dall’Inps 5mila euro a immigrato. Non serve neanche la documentazione

mercoledì 4 dicembre 17:35 - di Davide Ventola

Cinquemila euro a testa. È la cifra in arrivo per la quasi totalità degli immigrati extracomunitari, che hanno chiesto il reddito di cittadinanza. La circolare Inps è datata 3 dicembre. È già reperibile sul sito dell’Inps. Al di là del burocratese, il testo conferma quanto già disposto dal decreto del governo. Il testo spiega che il decreto del ministero del Lavoro di concerto con gli Esteri ha definito l’ambito di applicazione della norma sui documenti da produrre per ottenere la carta Rdc.

Reddito di cittadinanza: il calcolo degli arretrati

L’Inps ha infatti confermato che per le istanze prodotte a partire dal mese di aprile 2019 da parte dei cittadini non comunitari e non presenti nell’elenco, sarà immediatamente disposto il rilascio della tessera del reddito di cittadinanza. Contestualmente al rilascio della card verrà predisposto anche il primo pagamento del mese di sussidio spettante. Successivamente l’Inps darà disposizione a Poste Italiane, di provvedere a ricaricare la card anche con le mensilità arretrate spettanti a ciascun beneficiario, in base alla data di presentazione della domanda e dopo aver verificato la permanenza dei requisiti necessari per rientrare tra i beneficiari.

Visto che le richieste sono partite nell’aprile scorso e che verranno distribuiti gli arretrati, il conto è preso fatto. Calcolando 780 euro al mese, ogni extracomunitario riceverà circa cinquemila euro dall’Istituto di previdenza nazionale. Sono quegli stessi soggetti che dovrebbero pagarci le pensioni.

L’Inps sarà severissima con migranti svizzeri e giapponesi

I soli richiedenti obbligati alla presentazione della documentazione completa sono quelli provenienti da: Bhutan, Corea, Figi, Hong Kong, Giappone, Islanda, Kosovo, Kirghizistan, Kuwait, Malaysia, Nuova Zelanda, Qatar, Ruanda, Repubblica di San Marino, Santa Lucia, Singapore, Taiwan, Tonga, Svizzera.

Il solo Stato africano nella lista è quello del Ruanda. Gli immigrati del resto dell’Africa sono esentati. Insomma, la quasi totalità degli immigrati avrà il rdc compilando solo la domanda. Discorso analogo per gli immigrati dall’Asia. Saranno costretti a produrre documentazione solo malesi, coreani, giapponesi e cittadini di Singapore, Hong Kong e Taiwan. Cittadini che, in genere, in Italia vengono in vacanza. L’Inps sarà invece, molto zelante nei confronti degli immigrati svizzeri, islandesi e neozelandesi. Nazioni dalle quali, notoriamente, arrivano zero flussi migratori. Non ci resta che piangere.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • maria teresa Damiano 12 dicembre 2019

    Ma non vi vergognate a pubblicare queste cazzate razziste? Che schifo.

  • Giovanni 7 dicembre 2019

    I nostri invalidi Italiani prendono una pensione di 280 euro vergognatevi.

  • Giovanni 7 dicembre 2019

    Ma come si fa io con 45 anni di contributi prendo una pensione da fame. Stanno mettendo a rischio tutto il sistema IMPS.

  • Lidia 7 dicembre 2019

    Ma nn c’è nessuno che li ferma?

  • Tonino 6 dicembre 2019

    Io non c’è l’ho con gli lmmigrati, perché se io mi reco in uno Stato straniero e mi permettono di fare od ottenere quello che voglio io lo prendo. C’è l’ho con la sinistra italiana è con i grillini che hanno permesso tutto questo, e ovviamente con chi li vota che sono delle…. lasciamo perdere ch’e’ meglio.

  • Daniela 6 dicembre 2019

    Se la notizia è vera credo sia una vergogna. Ogni concessione va fatta a seguito di presentazione regolare documentazione che accetti la reale necessità. Trovo inoltre assurdo che ciò che rientra nella voce assistenzialismo debba essere pagata con i fondi dell’INPS.

  • Loris 6 dicembre 2019

    mi sa che non è proprio come dicono nell’articolo… è obbligatorio il permesso di soggiorno innanzitutto per accedere al RDC e i relativi documenti. Unitamente al fatto di essere disoccupati, cosa che solitamente non coincide con l’ottenimento del permesso di soggiorno. Per cui mi sa che va riscritto correttamente…

  • Edita iliveira 6 dicembre 2019

    I tutti quelli immigranti che vengono de Sudamerica, anche loro hanno possibilità di avere reditto di cittadinanza??

  • Anna Maria 6 dicembre 2019

    Ma perché? Vogliono annientarci

  • mirko tommaselli 6 dicembre 2019

    Perfetto!!io dopo 42 anni di lavoro vado in pensione e per il tfs devo aspettare minimo 2 anni…!!!

  • Pasquale Parrilla 6 dicembre 2019

    Considerando che ho dovuto cessare il lavoro nel 2009 a seguito di un incidente con la moto in itinere. Considerando che avevo maturato fino ad allora 17 anni di contributi e che per questo non ho diritto alla pensione di vecchiaia, mi ritrovo a 67 anni a leggere queste cose. Che posso dire? VERGOGNA! VERGOGNA! VERGOGNA!

  • Nunzio 6 dicembre 2019

    L Italia della sussistenza agli immigrati, e la povertà per i cittadini italiani, è una vergogns

  • Francesco 5 dicembre 2019

    Mio fratello disoccupato a carico di mia madre vedova con pensione di reversibilità di 650 euro al mese non è stato accettato il reddito di cittadinanza per una differenza di 24 euro, e lo stato dà il reddito di cittadinanza a extracomunitari, bellissima legge non c’è che dire, bravi, sono sdegnato proprio.

  • Emiliano 5 dicembre 2019

    La prossima volta fatevi votare dagli immigrati visto che come al solito pensate solo a loro e non a noi Italiani ma sia chiaro che non mi aspettavo atro da chi non ha mai lavorato ed oggi fa il ministro.VERGOGNA!!!!

  • Giampaolo boffa 5 dicembre 2019

    Imps del cazzo…invece di pensare a noi italiani ….vai a fare in culo….vuoi una 3 guerra mondiale…stanne certo che l’avrai….

  • Angelo 5 dicembre 2019

    Queste cose mi fanno venire il sangue alla testa, ma dico con tutti gli italiani disoccupati padri di famiglie e disperati, diamo soldi a queste merdaccie delinquenti e approfittatori, ma davvero siamo il popolo dei fessi!! Svegliati governo ladro!!

  • sandro 5 dicembre 2019

    Spero che non sia vero, altrimenti è una notizia da rivoluzione !!

  • vincdnzo capece 5 dicembre 2019

    Dd io pago, disse toto’.

  • Massimiliano 5 dicembre 2019

    Povero mio padre, una vita di lavoro per fare la fame fino alla misera pensione.
    Poveri noi e i nostri figli.
    Che paese di merda!
    Complimenti alla nuova classe dirigente.
    Grazie PD e 5S.

  • nic 5 dicembre 2019

    Mi sembra ‘na strunnzaaaaaaaata

  • Francesco 5 dicembre 2019

    E una vergogna nazionale mia moglie che ha pagato contributi per 35 anni prende circa 600 euro al mese questi signori che non sono arrivati da guerre e non hanno pagato contributi prendono questi soldi senza colpo ferire per forza che prendono i barconi per venire di qua tanto vengono mantenuti grazie italia

  • Enzo 5 dicembre 2019

    Vergogna…. poi NIN ci sono gli aumenti per i ns pensionati minimi.
    A casa di maio e seguaci

  • Franca 5 dicembre 2019

    Che schifo schifo schifo e ancora schifo!!
    Altro che girar le scatole mi piacerebbe molto mettere questi che favoriscono immigrazione insicurezza poverta e che spendono i soldi degli altri con non chalance non a 5oo euro al mese ma fuori insieme ai loro mantenuti fancazzista per un po di tempo, poi vedi che succede. ..

  • Antonio larotonda 5 dicembre 2019

    L’eterno riposo dona all’INPS Signore…

  • Antonietta 5 dicembre 2019

    Scusate ma il reddito di cittadinanza aspetterebbe prima ai nostri poveri italiani e pensionati che vivono di stenti e poi vi dovreste preoccupare degli exstracomunitari .che il barba a noi tutti vivono tranquilli e sereni aiutati in tutto con baby sitter con ospedali con reddito di cittadinanza con lavori e addirittura le scuole fanno corsi solo x exstracomunitari ..e un ragazzo disoccupato come mio figlio che va a chiedere x fare il corso gli viene risposto no è solo x loro mi dispiace …questa è l’Italia sta diventando uno schifo ..POVERA ITALIA CHE DESOLAZIONE

  • Andreabortot 5 dicembre 2019

    Pazzesco. E io quando vado in pensione?

  • Catia Galimberti 4 dicembre 2019

    E certo poi x avere accompagnamento x anziani italiani con patologie che hanno sempre lavorato e versato le tasse sono necessari certificati di invalidità ripetuti almeno 3 volte, anche x patologie come Alzheimer o Bpco !!!
    Viva l Italia .
    Un medico di base .

  • Efisio 4 dicembre 2019

    Spero solo sia una bufala, perché se dovesse essere una realtà, bisogna che il popolo italiano mandi, immediatamente a casa il governo che a fatto questo decreto una rivoluzione armata e non pacifica, una volta per tutte questi governi devono essere eliminati una volta per sempre.

  • giovanni vuolo 4 dicembre 2019

    Come al solito due pesi e due misure. Gli Italiani infatti devono produrre ampia documentazione e molti non vengono ammessi, e solo una minima parte percepisce il reddito da 780. Inoltre a parte l’aggravio di spesa sulle nostre spalle, sarà un potentissimo richiamo per l’invasione.

  • chiccol 4 dicembre 2019

    …distruggeranno l’Italia! Ma si rende conto questo governicchio che finirà lo stato sociale? Che pezzi di mmerda!

  • In evidenza