Ragazze investite a Roma, guidava il figlio del regista di “Perfetti sconosciuti”

domenica 22 dicembre 17:55 - di Marta Lima

E’ Pietro Genovese, figlio del regista Paolo Genovese, il 20enne che era alla guida della Renault Koleos che la notte scorsa a mezzanotte e mezza ha investito e ucciso due sedicenni a Roma. L’incidente è avvenuto a Corso Francia all’altezza di via Flaminia (nella foto). Sul posto per i rilievi le pattuglie del II Gruppo Parioli della Polizia Locale di Roma Capitale. Sono in corso gli accertamenti per ricostruire l’esatta dinamica di quanto accaduto.

Il 20enne che si è fermato per soccorrere le ragazze investite è stato sottoposto ai test per l’assunzione di droga e alcol. I risultati arriveranno nelle prossime ore. Le due ragazze, secondo una prima ricostruzione, avrebbero scavalcato il guardrail e attraversato correndo.

“Erano al centro della strada, Gaia si è girata verso Camilla e poi è arrivata quella macchina – ricorda un testimone -. C’è stata la frenata fortissima e l’impatto che le ha sbalzate; l’auto è andata avanti. Poi sono arrivate altre macchine, penso che almeno tre le abbiano colpite”.

Ragazze investite dal figlio di un famoso regista

E’ stato intanto sequestrato il cellulare di Pietro Genovese, il ragazzo che questa notte a Roma era alla guida della Renault Kaos che ha travolto e ucciso due sedicenni, Gaia e Camilla, su Corso Francia. Si tratta di verificare se al momento dell’incidente il ragazzo stava usando il telefono. Sequestrata per accertamenti tecnici anche l’auto che il ventenne guidava.

“Il dolore per Gaia e Camilla e per i loro genitori è insopportabile. Siamo una famiglia distrutta è una tragedia immensa che ci porteremo dentro per sempre”. Questa la dichiarazione del regista Paolo Genovese.  La Procura ha aperto un fascicolo per omicidio stradale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica