Paragone contro la risoluzione Pd-M5s sul Mes: “Ridicoli”. E i grillini s’infuriano

lunedì 9 dicembre 18:36 - di Giovanni Pasero
Mes, le critiche di Paragone

“La risoluzione del Mes che ci propongono mi fa venire in mente una battuta che amava dire Enzo Biagi, quella dell’uomo che diceva all’amico che sua moglie era incinta ma solo un poco. Ci vogliono convincere che alla fine approveremo solo un po’ di Mes. Ridicoli”. Così commenta su Facebook il senatore del M5S, Gianluigi Paragone.

Un post che, dopo mezz’ora aveva raccolto 70 condivisioni e centinaia di commenti. Non tutti propriamente lusinghieri. A fare la guerra al deputato grillino, proprio gli elettori grillini, che non gradiscono le obiezioni. Vietato criticare il manovratore. Soprattutto se il manovratore è Giuseppe Conte e il governo è a guida M5s-Pd. Ecco alcune delle frasi più critiche nei confronti del giornalista teelvisivo.

“Se critichi il Mes sei contro il M5s”

“Stai facendo danni al M5S . Parli come un leghista. Il MES è in vigore da 8 anni, questa è solo una revisione che fa più bene che male”. Questa la risposta di uno dei follower di Paragone. “Tu alla fiducia a Conte ti sei astenuto. Ma non per un fattore economico vero? Infatti sei all’opposizione pur restando in maggioranza. E già San Renzi insegna. Ci si vede in giro”, posta minaccioso un altro grillino. “Sei al governo. Vedi di piantarla che stai perdendo la faccia”, incalza un simpatizzante pentastellato. E un altro utente di Fb striglia ancora più direttamente il deputato eletto con il M5s. “Paragone, continuo a non comprendere il Suo atteggiamento, le battaglie si combattono anche dall’interno! Non come fa Lei, apparentemente dall’esterno ed esclusivamente (o soprattutto) sui Social Forza. Funzione critico-costruttiva e poi, se proprio non ci si “ritrova” più, fuori dalle fila”. E ancora invettive del tipo: “Lascia la poltrona”. Oppure “Che delusione che sei”. E ancora: “Paragone, ma lei di che partito è?”. Ed è proprio questa la domanda che si pongono ormai tutti: non soltanto i pentastellati. Che ci fa ancora Paragone nel M5s?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giardi gaetano 11 dicembre 2019

    Ma i grillini fanno bene a fare domande ma qualche volta, quando la faccia e’ libera e il cervello funziona, si chiedono se quello che hanno affermato e gridato ai quattro venti ieri oggi ancora e’ valido? Il mes era individuato nel contratto da loro preteso e sotto scritto come elemento da sopprimere ed annullare e non da rivisitare o modificare. Oggi hanno cambiato idea, bene lo dicano forte e chiaro e non usino il solito metodo della mmuina tanto per galleggiare. Io credo che la vergogna della irresponaabilita’ del vertice del mes sia sotto l’aspetto civile che penale del loro operato grida vendetta difronte a Dio e agli uomini. Ma loro, in questo caso, no! CHe grandi personaggi e che coerenza rispetto alla questione acelor al confronto azzeccagarbugli e’ un Signore.

  • eddie.adofol 10 dicembre 2019

    Bravo PARAGONE – questi grillini volevano solo governare a modo loro ma dato che SALVINI ha fiutato che tipi sono ha fatto bene a liberarsene dal PAPETE, qusti hanno la faccia come il culo e non si vergognano di niente ora infatti chi comanda nel governo è purtroppo il pd e loro gli fanno da spalla ed è diventato tutto un MAGNA MAGNA infatti stanno scomparendo uno ad uno diventando SARDINE che diventeranno buon cibo x i gattini di SALVINI – vuoi un consiglio lascia stare questa congrega di false persone e chiama i tuoi amici grillini che vogliono andare con SALVINI e vedrai che sarai + considerato di come lo sei adesso. PRIMA GLI ITALIANI VERACI poi tutti i falsi italiani.

  • In evidenza