Mafia nigeriana, retata in tutta Europa. I boss operavano dai centri di accoglienza per migranti

martedì 3 dicembre 10:21 - di Redazione

La Polizia di Stato sta conducendo una vasta operazione internazionale, in diversi Paesi europei, nei confronti di due organizzazioni mafiose di matrice nigeriana. I reati ipotizzati sono diassociazione a delinquere, tratta, riduzione in schiavitù, estorsione, rapina, lesioni, violenza sessuale e sfruttamento della prostituzione. Decine di arresti e perquisizioni, eseguite su ordine della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Bari, sono in corso in Puglia, Sicilia, Campania, Calabria, Lazio, Abruzzo, Marche, Emilia Romagna e Veneto. L’attività è eseguita dai poliziotti della Squadra mobile della Questura di Bari, con la collaborazione degli omologhi uffici investigativi provinciali.

La regìa dei traffici della mafia nigeriana era nel Cara di Bari

L’operazione ha nel mirino due clan mafiosi nigeriani. Le operazioni illecite, secondo le indagini, venivano gestite dal Cara di Bari-Palese (Centro di accoglienza per richiedenti asilo).  Gli investigatori hanno accertato che diversi episodi di aggressioni avvenuti negli ultimi anni all’interno del centro di accoglienza – violenza sessuale su connazionali. Risse e accoltellamenti  sarebbero riconducibili alle attività delle gang. Ritenute vere e proprie associazioni per delinquere di stampo mafioso. Ipotizzata una suddivisione gerarchica dei ruoli, rituali di affiliazione, ricorso alla violenza e all’intimidazione. Tra le principali fonti di guadagno dei gruppi criminali nigeriani lo sfruttamento della prostituzione. Ma anche l’accattonaggio davanti ai supermercati.

Le battaglie di Fratelli d’Italia e l’allarme della Dna

«Congratulazioni ai Carabinieri del Ros di Catania per l’operazione antimafia che, questa mattina, è culiminata nell’arresto di 9 persone e al sequestro di società e beni per milioni di euro. Andiamo avanti con la lotta a Cosa Nostra, colpo su colpo, senza tregua. Grazie all’Arma per il grande lavoro che porta avanti ogni giorno con l’impegno di donne e uomini presenti e vigili su tutto il territorio nazionale. Ogni successo conseguito è una importante vittoria per lo Stato». Lo scrive in una nota il Sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo al termine del blitz.

Da mesi sul fronte politico, Fratelli d’Italia, ma anche su quello investigativo, veniva lanciato l’allarme mafia nigeriana.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Aniello 3 dicembre 2019

    VENGHINO SIGNORI,VENGHINO SIGNORI,L’ITALIA E’ IL PAESE DEI BENGODI!! VENGHINO SIGNORI

  • In evidenza