Immigrato ubriaco stacca a morsi un dito a un commerciante. Orrore ad Ancona

domenica 15 dicembre 12:39 - di Redazione
immigrato

Un immigrato ubriaco aggredisce il titolare di un negozio. Protagonista è un cittadino ghanese di 21 anni. L’uomo è entrato, completamente ubriaco, all’interno di un internet point ad Ancona.  Dopo un litigio degenerato in colluttazione l’immigrato ha staccato a morsi la falange di un dito al titolare del negozio. Il fatto è avvenuto a piazza Ugo Bassi. Una zona conosciuta per l’alto livello di delinquenza.

Immigrato ubriaco, la vicenda

Secondo quanto emerso dalla ricostruzione di AnconaToday, l’immigrato si è presentato quasi in orario di chiusura ma il titolare, vedendolo in forte stato di ebrezza, ha provato ad allontanarlo. L’extracomunitario ha prima insultato l’uomo e poi lo ha aggredito. Infine l’africano ha morso il pollice della mano del titolare, quasi staccandogli l’ultima falange. Ed è fuggito. Gli agenti della polizia hanno subito rintracciato l’aggressore. L’immigrato si era nascosto nella propria abitazione. Una volta resosi conto di essere stato trovato, il ghanese ha tentato la fuga, ma è stato bloccato dagli agenti che lo hanno arrestato. Il titolare dell’internet point è stato trasportato d’urgenza all’ospedale regionale di Torrette. Secondo i medici, sarà difficilissimo riattaccare la falange.

Ancona, i precedenti

La zona anconetana del Piano è più volte finita al centro di fatti di delinquenza e degrado. Lo scorso 11 dicembre, due cittadini pakistani e un egiziano (tutti e tre in regola con i documenti) se le sono date di santa ragione. Con tanto di bottiglie rotte e cinture. Il tutto davanti a passanti, residenti, anziani e famiglie con bambini. I tre non si sono fermati neanche all’arrivo delle volanti. Il giorno successivo la Divisione Amministrativa della Questura il Bar Lisa di via Giordano Bruno, divenuto luogo di ritrovo per pregiudicati, tossicodipendenti e alcolizzati. Qualche giorno prima della chiusura forzata, il marito della titolare, di nazionalità cinese, era stato sanzionato perché trovato ubriaco mentre serviva i clienti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica