Il referendum sul taglio dei parlamentari può portare al voto anticipato se il centrodestra resta unito

giovedì 19 dicembre 6:00 - di Francesco Storace

Un motivo in più per votare prima possibile, il referendum sul taglio dei parlamentari. Perché proprio non ne vogliono sapere di essere sforbiciati. Ma a casa andranno lo stesso. E’ inevitabile, anche se arriveranno i famosi esperti di tutto a spiegarci che la legislatura si allunga.

Noi pensiamo il contrario e lo spieghiamo. Noi voteremo si al taglio. Ma siamo così certi che si voterà prima delle politiche?

Senza referendum la legislatura sarebbe blindata

Primo: ma davvero dopo aver votato la riforma ci volete infliggere, nel Paese, alla società, un estenuante dibattito sul sì, sul no, sui costi della democrazia mentre l’Italia si sta sfasciando?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Maurizio Podio 19 dicembre 2019

    Il taglio del numero dei Parlamentari lede enormemente la rappresentatività democratica.
    Questi dovranno poi essere sostituiti (come del resto già anticipato dal partito m5s) da un numero maggiore di super burocrati che ci costeranno anche di più del misero euro di risparmio annuo a testa che se ne trarrebbe.
    Questo provvedimento è sbagliato fin dalla sua nascita e continua ad erodere ancora un po’ il dettato costituzionale, cosa molto in voga di questi tempi.
    Del resto chi è stato a spingerlo con maggior vigore ?

  • Carlo Cervini 19 dicembre 2019

    Va bene il referendum, qualunque cosa pur di andare a votare…………bisogna fermare a tutti i costi queste portinaie che ci governano creando guai a catena; tra pesci rossi, UE, risparmi minacciati, dilettanti allo sbaraglio, il partito delle toghe rosse e regalie di tutti i tipi per comperare voti…….non se ne può più!

  • Sandro Cecconi 19 dicembre 2019

    Storace,

    lei parte dal presupposto che al referendum gli italiani voteranno a favore del c.d. taglio dei parlamentari.

    E se gli italiani dovessero votare contro tale taglio poiché una riforma parziale partendo dall’ultimo aspetto di una riforma complessiva, riguardante legge elettorale e ridisegno dei collegi oltre al taglio nonché una netta separazione dei compiti del Senato rispetto a alla Camera come negli USA, si rivelerebbe una pessima riforma rispetto all’attuale assetto già indebolito dai soliti somari della c.d. classe dirigente politica, cosa che non è?

    I nostri concittadini non sono degli sprovveduti. Ma il caso del papocchio combinato dal “senatore semplice” della provincia di Firenze lo avete già dimenticato?

    Mah………..

  • Giuseppe Malaisi 19 dicembre 2019

    purtroppo il Centro destra non è unito perchè in Forza Italia sono in atto manovre di riposizionamento da parte di personaggi noti; quindi niente voto anticipato .
    D’altra parte l’on.le Crosetto aveva anticipato qualcosa a proposito dell’attacco concentrico a Salvini.

  • Timoteo Pernici 19 dicembre 2019

    La proposta di referendum su questo argomento è vergognosa, scredita chi l’ ha proposta e firmata

  • wileem 19 dicembre 2019

    E’ ora di finirla con questa massa di parlamentari inutili. Con troppi galli nel pollaio non fa mai giorno. Ci vuole un taglio drastico a tutte le spese inutili,in particolare agli stipendi da nababbi di parlamentari e Dirigenti, L’Italia ha bisogno di recuperare il debito pubblico e questi continuano ad aumentarsi gli stipendi. Io dico Basta! pensiamo di più al sociale in tutti i sensi.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica