I tifosi della Roma sognano con Friedkin. Il titolo giallorosso vola in Borsa

lunedì 30 dicembre 13:42 - di Laura Ferrari

«Non è stato ancora formalizzato alcun accordo definitivo” per la cessione della Roma al gruppo Friedkin. È quanto precisa il club giallorosso, su richiesta della Consob, in merito alla trattativa tra James Pallotta e Dan Friedkin. In una nota, la Roma sottolinea che «qualsiasi operazione con il Gruppo Friedkin è subordinata al completamento con esito positivo delle attività di due diligence». «In caso di perfezionamento di accordi definitivi , fornirà adeguata informativa al mercato nei termini di legge», conclude il club giallorosso. Una notizia che ha fatto volare in Borsa il titolo. Oltre il 9,6 per cento. 

Il tifoso Lino Banfi: “Friedkin mi ispira fiducia”

“A vederlo in faccia questo Friedkin mi ispira fiducia. Sta pagando la Roma anche bene e questo vuol dire che la vuole fortemente e che ha l’intenzione di fare qualcosa di buono. Sono certo che ci saranno buoni acquisti, ho fiducia. Poi chissà che non si scopre che ha origini pugliesi anche lui”. Lino Banfi, grande tifoso giallorosso, commenta così l’evolversi della trattativa per la cessione della Roma al magnate texano.

Banfi veste poi i panni di Oronzo Canà, il mitico tecnico della Longobarda nel film ‘L’allenatore nel pallone’, e dà un consiglio all’imprenditore statunitense. “A Friedkin dico che se darà un po’ di fiducia in mano a Totti e De Rossi, che sono due pilastri della Roma, con compiti importanti in ruoli dove possono dire la loro, noi abbiamo risolto i nostri problemi per anni e torniamo agli splendori del passato”. “Solo Francesco e Daniele possono creare il clima giusto nello spogliatoio: qualsiasi giocatori arrivi, bravo o no, straniero o italiano, che costi 100 o 20 milioni, se trova questi due grandi campioni nello spogliatoio abbiamo risolto i nostri problemi”, conclude.

Chi è il nuovo proprietario della Roma

Nato 54 anni fa a San Diego, Dan Friedkin è proprietario e amministratore delegato della Gulf State, società fondata dal padre Thomas nel 1969. Secondo Forbes il suo patrimonio netto è di 4,3 miliardi di dollari, è al 187esimo posto nella top 400 dei miliardari stilata dalla rivista americana e il 504esimo uomo più ricco del mondo. Soldi arrivati in buona parte dalla società di famiglia che negli anni si è assicurata l’esclusiva di distribuire auto Toyota in cinque Stati attraverso 150 concessionarie. Possiede una delle pù grandi collezioni di aerei militari da guerra degli Stati Uniti ed è tra gli unici nove piloti civili ad avere l’onore di poter prendere parte alla formazione dei voli acrobatici dell’Air Force. Appassionato di cinema, è stato produttore di diverse pellicole.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica