Fratelli d’Italia denuncia il bilancio toscano: “Solo mance elettorali, sono i saldi di fine legislatura”

mercoledì 18 dicembre 15:29 - di Redazione
marcheschi fratelli d'italia

Fratelli d’Italia in Regione Toscana attacca duramente il bilancio. “Quello della Regione è un classico bilancio di fine legislatura, si mettono toppe per rimediare a quello che non si è fatto in 5 anni. Si comprano degli immobili per le Asl che già hanno decine di palazzi che non riescono a vendere. Si danno mance elettorali in quei settori dove la Sinistra non è riuscita ad attuare politiche efficaci. E poi non si è abbassata la pressione fiscale e non si rilanciata l’economia. In questi 5 anni la Toscana è peggiorata. Le infrastrutture scontano un ritardo trentennale rispetto agli assi viari e ferroviari di altre regioni. La Sanità toscana è crollata negli indici di efficienza”. Lo ha dichiarato Paolo Marcheschi, capogruppo regionale di Fdi.

Le controproposte di Fratelli d’Italia

Fratelli d’Italia ha intanto presentato proprie proposte per il Defr 2020. Green Economy: giardini pensili nei condomini, esenzione del bollo auto per le vetture ecologiche, colonnine elettriche diffuse. Sociale: semplificare l’accesso alle Ztl cittadine per i disabili con un permesso valido per tutti i comuni toscani , diritto ad un impiego per i figli delle vittime sul lavoro. Salute: dotare anche i condomini di defibrillatori, più risorse ed un bollino ”Free digital smart-zone”. Questo per le scuole toscane che aderiranno al protocollo d’intesa per vietare l’uso non didattico dello smart-phone in orario scolastico. Animali: aumento delle risorse per favorire l’adozione di cani che si trovano nei canili. Sicurezza: risorse per la v ide o sorveglianza integrata pubblico/privato. Famiglia: creazione di un albo regionale delle baby sitters, possibilità per i bambini fino a 14 anni di viaggiare gratis sui treni regionali.

Critiche al bilancio anche da Forza Italia

Anche gli azzurri criticano la Regione rossa. “Equilibrismi, iniziative puntuali forse frutto di sollecitazioni sparse e una complessiva evidente assenza di strategie d’insieme. Soprattutto sui temi più critici per lo sviluppo del territorio. Con questo bilancio privo di guizzi di novità, Pd e sinistre di governo regionale procedono sostanzialmente a canone inverso rispetto ai bisogni della Toscana. La nostra valutazione non può dunque che essere contraria”. Così Maurizio Marchetti, capogruppo regionale di Forza Italia è intervenuto nel dibattito sul bilancio regionale. Critico sul metodo: “La Toscana è in sostanziale stagnazione, tiene solo l’export. Questo bilancio reca una serie di dati ben lontani dal ritratto che si vorrebbe tratteggiare di una regione che felix forse lo fu, ma oggi certo non lo è più. E questo stesso bilancio reca in consuntivo un disavanzo effettivo di oltre 2 miliardi”. Marchetti non ha lesinato osservazioni di merito. “Raddoppiano le persone in stato di povertà e raddoppiano circa anche i disoccupati. E i due dati non sono da tenere disgiunti, mentre il Pil pro capite crolla e l’indebitamento individuale anche per i nuovi nati si aggira sui 500 euro. È evidente che serve il coraggio per invertire questa tendenza che dimostra, siamo all’ultimo bilancio di legislatura, come le strategie del governo regionale di Pd e sinistre abbiano fallito”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica