Fazio e Formigli sfottono Salvini, lui cita uno studio: «I giornalisti italiani sono di sinistra» (video)

lunedì 23 dicembre 12:42 - di Leo Malaspina

I due giornalisti se la ridacchiano, mentre sullo sfondo compare la foto di Matteo Salvini. A conferma che nulla nasce per caso quando ci sono di mezzo Fabio Fazio e Corrado Formigli. A “Che tempo che fa” si danno di gomito parlando del leader della Lega e della sua indisponibilità a farsi intervistare.

«Salvini è la guest star assoluta delle reti Mediaset, sempre ospite molto gradito», dice Corrado Formigli ospite da Fazio, che gli chiede: «Da te non viene però?». «No sono quasi tre anni», gli risponde il giornalista che rivolge la stessa domanda al conduttore: «Da me due-tre. Ma tu non lo hai invitato, io sì». «Io lo invito tutte le settimane», ribatte Formigli che dice: «Ho visto delle foto di Salvini l’ultima volta da me, era proprio diverso fisicamente».

 

Salvini cita un sondaggio sui giornalisti di sinistra

«I giornalisti italiani sono i più a sinistra di tutti, ho appena letto un sondaggio su Dagospia, ed è vero». Lo dice Matteo Salvini, parlando in piazza ad Ancona, anche se no fa riferimento  specifico a Fazio e Formigli. «Leggo solo la Gazzetta dello sport, anzi neanche quella… cinque pere abbiamo preso ieri», dice riferendosi al Milan. «In media la posizione dei giornalisti è collocata saldamente nello spazio ideologico del centrosinistra, in paesi come Spagna, Svezia e specialmente l’Italia i giornalisti sono ancora più spostati a sinistra». Questa la sintesi dell’ultimo rapporto di Worlds of Journalism Study (Columbia University Press, 2019), basato su sondaggi demoscopici condotti su oltre 27.500 giornalisti in 67 paesi. Più in dettaglio, i giornalisti italiani sono quelli più schierati a sinistra rispetto agli altri colleghi in Europa. Secondo quanto scrive Il Giornale, nella tabella con una scala da 0 a 10, da sinistra a destra, “la stampa italiana si trova nella zona di estrema sinistra, evidenziata con un colore rosso scuro, unico paese nel continente europeo, più «rosso» ancora di paesi con una stampa liberal come Spagna e Svezia”. “All’ opposto, nelle diverse gradazioni di azzurro, ci sono Austria, Ungheria, Repubblica Ceca e Gran Bretagna, con una stampa più moderata o conservatrice”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • maurizio pinna 23 dicembre 2019

    Le statistiche confermano la Storia. La sinistra di Governo ha sempre foraggiato i giornalisti e i giornali che erano da sempre di sinistra e poi ha continuato. Denari a fondo perduto come l’Unità e il Manifesto. La RAI non è stata da meno. L’ ANSA è di sinistra dalla nascita. La 7 fa comunismo h24, date un “calcio ad un sasso nel cortile della loro sede e vi risponderà “COMPAGNO””.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica