Duro scontro tra Borghi e la Carfagna sull’euro: «Studia, che è meglio», «Io ho studiato»

sabato 7 dicembre 14:51 - di Redazione
scontro tra Borghi e la Carfagna

«Qui c’è un problema di mancanza di studio». «No, qui c’è un problema di mancanza di serietà e di buon senso». Botta e risposta social durissimo. Un vero e proprio scontro tra Borghi e la Carfagna. Oggetto del contendere, tutto via Twitter, l’euro. Ad innescare quella che è una sorta di maratona polemica tra i due è stato un messaggio della deputata di Forza Italia di venerdì. «L’uscita dall’euro», aveva scritto, «sarebbe una sciagura e gli italiani lo sanno. Le forze politiche del centrodestra hanno il dovere di rassicurare gli italiani una volta per tutte. Vogliamo riformare l’Ue, non tornare a una moneta debole che svaluterebbe stipendi e conti correnti».

Lo scontro tra Borghi e la Carfagna via Twitter

«Tranquilla Mara, finché non lo vorrà almeno il 51% degli italiani ci terremo la tua amata moneta. Tuttavia non confondere la rivalutazione del tuo stipendio perché sei diventata parlamentare con ciò che è successo agli italiani. A loro l’Euro ha fatto un altro effetto», risponde l’esponente della Lega.

Passa la nottata, la Carfagna riprende la discussione sempre via Twitter. «Caro Borghi», scrive, «da quando sono parlamentare ho studiato tanto. E anche con l’aiuto di veri esperti, ho compreso la causa del “male italiano”: la produttività, non l’euro. Servono riforme per promuovere formazione, innovazione, infrastrutture, competitività. Non certo la svalutazione».

Il botta e risposta prosegue

La Carfagna prosegue, in un altro messaggio: «Perché non chiedi alle imprese italiane, magari del Nordest, cosa ne pensano della tua idea di uscire dall’euro? E alle famiglie che hanno contratto un mutuo?» In questo modo continua lo scontro tra Borghi e la Carfagna. A stretto giro, infatti, arriva la replica del leghista: «Ah, ho capito. Qui c’è un problema di mancanza di studio. Vedi Mara, possiamo prendere qualsiasi posizione politica ma lo dobbiamo fare partendo dalle motivazioni corrette. La rata del mutuo è semplicemente una sciocchezza. I mutui stipulati prima dell’Euro sono rimasti in lire?».

A tono, risponde la Carfagna: «No, qui c’è un problema di mancanza di serietà e di buon senso. Ma anche su quello si può lavorare. D’altronde Salvini è stato costretto a smentirti dopo un secondo». Poi l’esponente della Lega: «Difficile smentire cose che non ho detto comunque ricorda che la rata del mutuo diventa insormontabile per chi viene licenziato perché la fabbrica chiude. Stammi bene!».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • otello pedini 7 dicembre 2019

    Basta dedicare tempo a certa gente

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica