Domattina Venezia si sveglierà di nuovo con l’acqua alta. Allerta per i cittadini

sabato 21 dicembre 10:23 - di Redazione

Per domani, a Venezia, sono previsti 130 cm di acqua alta alle ore 7.35. Lo fa sapere il Centro Previsioni e Segnalazioni Maree della Protezione Civile – Direzione Polizia locale del Comune di Venezia. Oggi la marea ha raggiunto a Venezia 120 cm alle ore 7.30. Analogo valore è stato raggiunto a Burano mentre il livello ha toccato i 119 cm alle bocche di porto e 113 cm a Chioggia. Un’alta marea di 120 cm comporta un allagamento della città di circa il 28%.

Alle 7,35 si prevedono 130 cm di acqua alta a Venezia

Il Centro Maree fa presente che un improvviso guasto tecnico agli apparati di comunicazione del sistema di allertamento Alta Marea posizionati sul campanile di San Francesco della Vigna, ha impedito l’attivazione delle sirene di Murano e Burano. La popolazione è stata avvisata attivando tutti i canali informativi (sms, Canali Telegram, email, segreteria telefonica, …) e con l’ausilio dei Volontari della Protezione Civile. Fin dalle prime ore del mattino sono in corso delle verifiche tecniche per cercare di ripristinare quanto prima il sistema di allertamento. Per domani domenica 22 dicembre sono previsti 130 cm alle ore 7.35.

Si abbassa la pressione atmosferica

La previsione di queste maree, osserva il Centro Previsioni, “è legata al passaggio di alcuni fronti perturbativi che stanno provocando un notevole abbassamento della pressione atmosferica associato a venti di scirocco lungo l’Adriatico. Arpa Veneto infatti ha emesso una segnalazione meteo nella quale si legge: ‘Tra venerdì pomeriggio e sabato mattina tempo perturbato con precipitazioni più consistenti su zone centro-settentrionali, a tratti anche intense venerdì sera. (…) Venti tesi a tratti forti sciroccali sulle zone costiere, in alta quota venti forti sudoccidentali, fino alle prime ore di sabato”’. Gli eventi dovrebbero essere molto limitati nella durata temporale, lasciando la città generalmente percorribile senza particolari disagi, per il resto della giornata. Nei primi giorni della settimana, sempre nelle prime ore del mattino, si potrebbero verificare alcuni episodi di maree, legati al fenomeno della sessa generata tra sabato e domenica.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica