Acqua alta record a Venezia: la Basilica di San Marco invecchiata di vent’anni (video)

L’acqua alta record toccata in Laguna a Venezia ha portato danni gravi anche al suo tesoro più importante, la Basilica di San Marco. Lo ha rivelato al Messaggero  il Primo procuratore, Carlo Alberto Tesserin, che ha fatto il punto della situazione con il delegato ai servizi tecnici, Pierpaolo Campostrini. La «chiesa d’oro» è stata invasa dall’acqua salmastra nel suo corpo principale raggiungendo il livello di 90 centimetri, ritirandosi solo dopo 16 ore. Allagata qualche decina di metri quadri del millenario pavimento a mosaico in marmo, situato di fronte all’altare della Madonna Nicopeia e inondati completamente il Battistero e la Cappella Zen, dove campeggia una famosa Madonna con la «scarpa dorata». Bagnato il Nartece, i monumentali portoni in bronzo bizantini, le colonne, i marmi.  L’allagamento di ieri della celebre basilica è il secondo del nuovo millennio, il quinto della storia di San Marco, ma «in un solo giorno – ha commentato Tesserin – la Basilica è invecchiata di vent’anni, e forse questa è una considerazione ottimista».