Conti correnti, c’è la stangata: le banche preparano un salatissimo regalo di Natale

martedì 10 dicembre 14:31 - di Redazione
Banche

In arrivo un’altra batosta. Per milioni di italiani in agguato c’è una sorpresa sgradita sui conti correnti. Le banche infatti potrebbero riservare un regalo salatissimo per Natale con l’aumento delle spese di conto che sostengono i correntisti.

Banche, aumento dei costi

Diversi istituti di credito infatti stanno annunciando un aumento di questi costi. Il tutto dovrebbe partire da  febbraio. Gli aumenti possono toccare anche i 12 euro per il canone annuo con un aggravio anche sui conti digitali. Nelle comunicazioni inviate ai clienti, come ricorda ilSole24 Ore, vengono riportati “giustificati motivi” per gli aumenti che colpiranno le tasche dei correntisti.

Banche, i tassi negativi

E tra questi “motivi” ci sarebbe anche il fenomeno dei tassi negativi che vanno corrisposti per le somme a deposito presso la Bce. Che significa tutto ciò? Le banche hanno di fatto ribaltato sui clienti i costi finanziari sostenuti per il fenomeno dei tassi negativi che devono riconoscere per le somme depositate alla Bce. E per coprire anche le quote di adesione ai sistemi di garanzia dei depositi.  Alcune banche hanno cercato di dare un incentivo ai clienti che spostano la propria liquidità su investimenti per scongiurare così l’aumento dei costi del conto.

La pronta liquidità

Come si legge anche sul Giornale, in questo panorama di rincari va sottolineato anche un altro aspetto: le banche negli ultimi tempi devono sostenere delle uscite per finanziare i sistemi di garanzia dei depositi per assicurarsi una pronta liquidità per i rimborsi dei clienti in caso di dissesto dell’istituto di credito. In pratica sono i clienti a pagare.

Il caso Unicredit

Intanto in questo quadro c’è una banca, come Unicredit, che tira dritto e si prepara ad applicare i tassi negativi sui clienti con il portafoglio pieno. L’istituto però precisa.  «Per i nostri clienti con più di un milione di euro di deposito in conto, che rappresentano meno dello 0,1% della nostra base clienti – replicano da UniCredit al ilSole24Ore Plus – offriremo investimenti in fondi monetari, con obiettivi di rendimento positivi, senza commissioni. Per quanto riguarda il saldo del deposito che decidono di lasciare sul conto, per la parte eccedente il milione di euro, verranno discusse con i clienti misure ad hoc che tengano conto dei cambiamenti straordinari occorsi nel contesto macroeconomico».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza