Comitato di salvezza bipartisan, Giorgetti allarmato “spiega” Salvini: «Non chiediamo poltrone, ma…»

lunedì 16 dicembre 11:27 - di Leo Malaspina

«Matteo corre in soccorso del Paese e non dell’esecutivo. Fa una mossa nell’interesse nazionale, non del partito, che stando all’opposizione di questa banda di improvvisati non fa che aumentare consensi». Lo dice il braccio destro del leader della Lega, Giancarlo Giorgetti, a Libero, parlando della proposta di Matteo Salvini e della Lega per la creazione di un comitato di salvezza nazionale. Una proposta per nulla gradita agli alleati di Fratelli d’Italia, come ha spiegato Giorgia Meloni in una intervista al Corriere della Sera.
«Noi non facciamo che raccogliere il grido di disperazione degli italiani e chiedere una cosa ovvia: rassettare il possibile e poi andare al voto. Giorgetti spiega così la “mossa”politica di Salvini: «Quando proponiamo un comitato di salvezza nazionale non chiediamo certo poltrone. Semplicemente vediamo l’esecutivo ballare, dividersi e non concludere nulla su questioni fondamentali. Dall’Ilva ad Alitalia al fallimento del Banco di Bari, ultima voragine che si è aperta e prosciugherà i nostri conti. Ci sono delle emergenze nel Paese a cui va posto rimedio subito, altrimenti ne pagheremmo il conto per decenni. Non vogliamo trovare solo macerie quando arriveremo, quindi meglio portarsi avanti».
Per l’esponente della Lega, andare al voto “in realtà conviene a tutti, perché Pd, M5S e Italia Viva stanno facendo una pessima figura”. «E in più – spiega Giorgetti – hanno l’aggravante di aver fatto un blitz, non concedendo il ritorno alle urne dopo la crisi di agosto, che sarebbe stata la cosa più naturale. Più tirano in lungo questa situazione, più voti perderanno, lo sanno benissimo. Io credo che tutti vogliano far cadere il governo ma nessuno vuole prendersene la responsabilità».

Letta non prevede un’intesa tra Renzi e Salvini

«Non vedo perché Renzi dovrebbe farlo, ha interesse a tenere in piedi la legislatura visti anche i sondaggi, è una persona intelligente e non credo che vada contro i suoi stessi interessi. Ma su Renzi sbaglio spesso… il mio problema è che mi fido a prescindere». Lo ha detto Enrico Letta a Circo Massimo su radio Capital a proposito di un accordo Renzi-Salvini per far cadere il governo e imbastire un tavolo bipartisan per la legge elettorale. Per l’ex premier, Zingaretti “sta dimostrando una pazienza di Giobbe, ne ho molta stima e lo sostengo. Interpreta una voglia di normalità. In questo momento è necessario avere la pazienza che sta dimostrando, ma ha anche ragione quando dice che ogni pazienza ha un limite, non si può certo continuare in una logica in cui ogni tema è una specie di armageddon”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Menono Incariola 16 dicembre 2019

    solo per averlo detto, vi siete fottuti un paio di punti percentuali di consenso.
    Fate moltissima atenzione a certe prese di posizione: una volta, i vecchi bottegai dicevano che per costruirsi una reputazione non basta una vita, ma per distruggerla ci vuole un attimo…

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica