CasaPound: “Non andiamo in piazza con i pappagalli del Bella Ciao. Le sardine le mangiamo fritte”

sabato 14 dicembre 15:24 - di Alessandra Danieli
CasaPound

La notizia ha tenuto banco per un paio di giorni. Il tempo di smascherare la finta vocazione spontaneista e apolitica delle sardine. «Che sono e restano antifasciste», si legge nella pagina ufficiale dei pescetti. A poche ore dalla prova di piazza San Giovanni, CasaPound tranquillizza i nervosi promotori della manifestazione. Le tartarughe non ci saranno, nemmeno alla spicciolata. Non si mischieranno all’esibizione muscolare del movimento antisovranista nato a Bologna.

CasaPound: ci avevate creduto? Era solo un bluff

Lo annuncia Simone Di Stefano su Twitter. Era un bluff. CasaPound non andrà. «Mica ci avrete creduto? Quello delle sardine è un vuoto pneumatico che non può essere riempito con nessuna buona idea. Pappagalli del Bella Ciao, state bene così!», scrive sui social Di Stefano. Che posta un selfie da piazza Venezia che lo ritrae sorridente con un cartoccio di sardine fritte in mano.  Con la scritta:“ Anche io oggi in piazza (Venezia) con le sardine (fritte)”.

«Quanto accaduto è la dimostrazione che non si vuole dialogare ma solo essere contro. È la certificazione che questa piazza, questa sinistra, non va da nessuna parte. Vorrebbe essere nuova, fresca e frizzante, ma, se si riduce a stare in piazza e cantare Bella Ciao, non serve allo scenario politico italiano e a noi non interessa. Alla fine – taglia corto Di Stefano – quella delle sardine si è rivelata la solita piazza della sinistra radicale, niente di nuovo. L’ennesimo bluff».

La possibile partecipazione del movimento identitario di destra a piazza San Giovanni è nata dall’invito del leader romano delle Sardine, Stephen Ogongo. Richiesta accettata da CasaPound, pronta al dialogo e ad annusare la “nuova piazza”. Un sì che ha spiazzato il movimento antisovranista e costretto i capi delle sardine a rettificare imbarazzati. E calare la maschera. «Le piazze delle sardine si sono fin da subito dichiarate antifasciste e intendono rimanerlo. Nessuna apertura a Casapound, né a Forza Nuova. Né ora né mai».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica