Capodanno a rischio per gli animali: ecco come proteggere cani e gatti

venerdì 27 dicembre 11:10 - di Redazione

I cani che abbaiano ai petardi soffrono, vanno protetti. Mentre il crepuscolo si avvicina, botti più o meno forti interrompono il silenzio della notte. Una consuetudine festosa per alcuni, ma un vero e incubo per la maggior parte degli animali. I cani, in particolare. Lo ricorda la Lav (Lega anti-vivisezione), che in vista di Capodanno torna a chiedere ai sindaci “di emanare un provvedimento che vieti l’utilizzo di petardi, botti e artifici pirotecnici di ogni genere su tutto il territorio comunale. Se,
infatti, alcuni comuni hanno vietato petardi e fuochi d’artificio, sono ancora tanti quelli che ancora non hanno fatto nulla per salvaguardare animali domestici e selvatici. Vietare i botti è un gesto di civiltà e di responsabilità, per questo motivo chiediamo, inoltre, a Governo e Parlamento una legge nazionale di divieto”, si
legge sul sito dell’associazione. Per proteggere gli animali dai botti di Capodanno, la Lav ha stilato una breve guida:

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica