Apicoltura, strategie e prospettive di un settore da tutelare: l’iniziativa di FdI nel Lazio e per l’Europa

giovedì 19 dicembre 12:51 - di Redazione
apicoltura foto Ansa

Apicoltura e non solo. Un settore fondamentale per la produzione territoriale, che opera in un campo importantissimo, specie per i risvolti sull’ambiente, che oggi può contare su un importante emendamento alla Legge di Stabilità Regionale a favore del compartimento, proposto dal gruppo di FdI del Lazio.

Apicoltura, l’iniziativa dei consiglieri regionali del Lazio di FdI

«È un’iniziativa che va nella direzione di sostenere un settore fondamentale per la produzione a livello territoriale e sotto il profilo ambientale. Questioni su cui io stesso sto lavorando nella Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo», afferma l’eurodeputato di Fratelli d’Italia, Nicola Procaccini. Il quale esprime tutto il suo apprezzamento per l’iniziativa dei consiglieri regionali del Lazio: Righini, Aurigemma, Colosimo, Ghera, Maselli e Pirozzi. «Con questo emendamento – spiega infatti Procaccini – si potranno attivare stazioni di bio-monitoraggio a favore degli apicoltori. Si tratta di una delle azioni da mettere in campo per evitare che le api, così importanti per l’equilibrio dell’ecosistema, posano essere decimate. O impossibilitate nella loro attività di impollinazione a causa di agenti inquinanti. In tal senso – continua Procaccini – sto portando avanti delle iniziative nel Parlamento Europeo.

Pesticidi, accesso ai fondi, regole uniformi: il ruolo della Ue nel settore

«Iniziative per le quali intendo operare in coordinazione e con il supporto dei gruppi di FdI delle singole Regioni e territori, che vanno nella direzione di rendere più accessibili i criteri di accesso ai fondi europei per l’apicoltura. Prevedere quote obbligatorie di siepe e frangivento di interesse apistico. Arrivare a regole uniformi in tutta la Ue relativamente all’utilizzo dei pesticidi e altre misure. Ringrazio allora il gruppo di FdI alla Regione Lazio per la sensibilità e concretezza». Considerazioni alle quali si aggiungono ulteriori riflessioni sul tema. Per il consigliere regionale Giancarlo Righini, per esempio, «con questo emendamento chiediamo di rifinanziare la Legge regionale 75/88 sull’apicoltura, con un milione di euro l’anno per tre anni. Un’iniziativa che ci porta ad essere vicini alle imprese di questo importante settore».

Il sistema di bio-monitoraggio

«Il bio-monitotaggio, prosegue dunque Righini, è un sistema che, come provato da molti anni, consente di rilevare gli effetti dell’inquinamento. Osservando organismi viventi e i loro parametri biologici. Dare sostanza a questa legge, significa pertanto fornire strumenti importanti per la salvaguardia delle api e nel monitoraggio ambientale generale. Le api sono degli indicatori biologici ideali e occorre prevedere varie iniziative per tutelarne il fondamentale ruolo all’interno dell’ambiente naturale. Anche rafforzando la legge regionale che oggi chiediamo di rifinanziare con l’emendamento. Per questo l’iniziativa ha trovato subito il sostegno di tutto il gruppo di Fratelli d’Italia in Regione».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica