Africano con precedenti usava il treno Viterbo-Roma come piazza mobile per lo spaccio di eroina

martedì 3 dicembre 18:04 - di Domenico Bruni

Africano utilizzava il treno regionale Roma – Viterbo come piazza mobile per spacciare dosi di eroina alla stazione ferroviaria di Anguillara. Per questo motivo, i Carabinieri della Sezione operativa della Compagnia di Bracciano hanno arrestato un 23enne gambiano. L’africano ha precedenti per spaccio di eroina. Il modus operandi era semplicissimo. All’arrivo del treno in stazione, gli acquirenti dovevano semplicemente salire sull’ultimo vagone dove incontravano il pusher. L’africano era pronto a cedere velocemente le singole dosi di stupefacente. In particolare, negli ultimi giorni, i Carabinieri avevano notato assembramenti sospetti di persone. Persone già note per il consumo di droga. Tutte si radunavano sulla banchina della stazione ferroviaria in un orario preciso. Al termine di mirati controlli e compresa la dinamica dello spaccio, i Carabinieri di Bracciano sono riusciti a fermare lo spacciatore a bordo del treno. E in flagranza, proprio nel momento in cui stava cedendo una dose di eroina ad un acquirente del luogo.

L’africano agiva alla stazione di Anguillara

L’africano si trova ora al carcere di Civitavecchia. L’acquirente finisce nei guai per uso personale di sostanza stupefacente. I Carabinieri di Bracciano, inoltre, nel corso di mirati servizi finalizzati al contrasto dello spaccio di droga hanno arrestato due cittadini italiani. Inoltre hanno deferito un minorenne. Le accuse sono di spaccio di hashish e cocaina. Nel centro di Rignano Flaminio,  inoltre, i Carabinieri della locale Stazione hanno sorpreso un giovane che, con l’aiuto di un minorenne, ha ceduto 3 g di hashish ad un coetaneo. Al termine del successivo controllo nell’abitazione del maggiorenne, i militari hanno rinvenuto altre 9 dosi della stessa droga e un bilancino di precisione. L’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari. Nella località Ponte Storto, infine, i Carabinieri di Castelnuovo di Porto hanno fermato un 50enne italiano. Anche lui era già noto alle forze dell’ordine. Fermato mentre vendeva alcune dosi di cocaina nei pressi della sua abitazione. Anche in questo caso, all’interno dell’appartamento dello spacciatore, i militari hanno rinvenuto ulteriori dosi di cocaina. Pronte per essere vendute ed un bilancino di precisione. L’uomo è stato portato in carcere a Rebibbia.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza