Zingaretti negli Usa al vertice degli sconfitti. Le sue priorità: odio per le destre e modello Greta

martedì 12 novembre 15:09 - di Domenico Bruni
zingaretti

Zingaretti in America, al vertice degli sconfitti. E il linguaggio della sinistra non cambia oltreoceano. Anziché proposte, continuano col linguaggio dell’odio ideologico. La priorità per il segretario dem è la lotta alle destre e ai nazionalismi. E in questo è certo di trovare il plauso di Clinton e dei suoi. In America infatti l’odio contro Trump è diventato patologico. E aumenta man mano che Trump consegue i suoi successi. Sia sul piano economico che su quello della lotta ai clandestini. E la sinistra Usa sta letteralmente impazzendo. Sondaggi-fake danno ogni giorno Trump sconfitto, proprio come prima delle ultime elezioni. Ma Zingarelli sorride e sidà pacche sulle spalle con l’ex presidente dem.

Zingaretti si consola coi circoli Pd made in Usa

“Dopo l’incontro con il presidente Bill Clinton, ho partecipato a un’assemblea con i circoli del Partito democratico negli Stati Uniti, con i nostri iscritti qui a New York. Che erano collegati con quelli in collegamento da Boston, Washington, Philadelphia e San Francisco. Voglio raccogliere richieste, spunti e suggerimenti. Una bellissima comunità”. Lo ha scritto il segretario del Pd Nicola Zingaretti su Facebook. “Subito dopo – aggiunge – incontro con il sindaco di New York, Bill de Blasio, con cui condividiamo l’amore per l’Italia e la lotta alle disuguaglianza sociale e al cambiamento climatico. I Democratici in tutto il mondo sono uniti e combattono per riportare speranza e fiducia. Ora direzione Washington dove incontrerò la Speaker del Congresso Nancy Pelosi e poi sarò alla Casa Bianca per un incontro al Consiglio della sicurezza nazionale”.

Zingaretti anche oggi ha raccontato dei suoi incontri negli States. “Oggi a New York per la mia prima visita negli Stati Uniti da segretario del Pd. Saranno due giorni ricchi di incontri in primo luogo con i Democratici Americani. Bill Clinton, poi Bill De Blasio, nel pomeriggio l’assemblea con il circolo Pd New York e domani sarò a Washington. Al centro degli incontri, Europa e rapporto con gli Usa, battaglie comuni contro le destre e i nazionalismi. Noi ci siamo. All over the world to change it”. Lo scrive Nicola Zingaretti su Fb. Come si vede, la priorità di Zingaretti è l’odio per le destre, il cambiamento climatico ricetta Greta, e così via. Siamo sicuri che gli elettori,m sia americani sia italiani, hanno ben altre priorità…

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 13 novembre 2019

    Certo che ci vuole faccia e coraggio per andare all’estero rappresentando, spero non una Italia, per la quale non e’ autorizzato, ma per vedere se puo’ pescare un po di voti. Spero che in altri Paesi, se ci andra’, potra’ racimolare anche un po di pomodori. La faccia tosta almeno c’e’.

  • In evidenza