Sardine, Prodi fa il pesce in barile. La Meloni lo prende all’amo. Botta e risposta con Mortadella

sabato 23 Novembre 16:41 - di Prisca Righetti
Meloni su Prodi e sardine monti

Sulle sardine, Prodi fa il pesce in barile. E la Meloni lo inchioda… all’amo Ne nasce un botta e risposta tra i due che non lascia scampo al Professore, incalzato – tra argomentazioni logiche e incursioni satiriche – dalla leader di Fratelli d’Italia che, pescato l’ex premier all’amo, stavolta lo inchioda alle sue responsabilità postando una vignetta di Alfio Kranic. «Prodi dice che non c’entra niente con le sardine. Gli crediamo. D’altronde lui dice sempre la verità. Come quando ha promesso che con l’euro saremmo stati più ricchi. È andata così, no?»…

Sardine, botta e risposta tra Prodi e la Meloni

Giorgia Meloni, dal salotto tv di Porta a Porta, lo dice apertamente: «Le Sardine? Sono una persona navigata, non credo si tratti di un movimento spontaneo». Aggiunge anche: «Uno degli organizzatori del movimento lavora nel giornale di Prodi, quella è gente del Pd». Più chiaro di così… Talmente chiaro che il messaggio arriva dritto dritto a uno dei suoi destinatari: Romano Prodi. Il quale, non senza evidente difficoltà, prova a schernirsi e a dissimulare. E per difendersi nettamente, replica: «Non conoscono nessuno degli ideatori». Poi, evidentemente imbarazzato, affida ad una nota del suo staff la replica nero su bianco, che recita: «Si è costretti a ribadire che dietro all’iniziativa delle sardine che, da Bologna a Palermo, sta portando in piazza tante persone, non vi è il Presidente Romano Prodi il quale, e quasi se ne rammarica, pur conoscendo tante persone nella sua città, non conosce invece nessuno degli ideatori».

Le repliche affidate a una nota e ad una vignetta

Nessun suggeritore, insomma, insistono Prodi e prodiani. Ma sarà vero? Il dubbio è più che lecito. E non solo per le coincidenze e i motivi di sospetto enucleati e argomentati dalla leader di Fratelli d’Italia. Tanto che, poco fa, Giorgia Meloni ha postato sulla sua pagina Facebook la vignetta satirica firmata da Alfio Krancic in cui il professore, in giacca e cravatta su una barchetta, versa mangime per pesci a un banco di sardine. Poi, l’eloquente didascalia che mette fine al botta e risposta: «Prodi dice che non c’entra niente con le sardine. Gli crediamo. D’altronde lui dice sempre la verità. Come quando ha promesso che con l’euro saremmo stati più ricchi. È andata così, no?

 

?Meloni su Prodi e le sardine

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Carlo Cervini 25 Novembre 2019

    Giuro che se un cialtrone del genere diventerà il prossimo Presidente della Repubblica dismetterò la cittadinanza italiana per il disdegno………….

  • giovanni romini 25 Novembre 2019

    Mi meraviglio che ogni tanto ritorna sulla scena PRODI,e ne rimango disturbato.Come si fa a dare ancora la parola ad una persona che ha fatto con il suo potere politico tanti disastri.Ho sempre chiesto di potere fare una proposta di processarlo per tutti i danni che ha provocato a tutti i cittadini.Il disastro di farci entrare in EUROPA è stato scandaloso.Si scandaloso per la gente normale che deve ingegnarsi per potere vivere patendo le pene dell’inferno:E’ ha il coraggio di parlare e dare consigli.E’ pazzesco e anormale.Vorrei inoltre conoscere tutti i posti di rilievo che ha fatto avere a tutte le persone della propria famiglia.Saluti giovanni romini

  • Romano 24 Novembre 2019

    Prodi fa il pesce in barile, che è l’imballaggio classico delle sardine sotto sale: i barili.
    Ora hanno aperto i barili e le sardine sono scappate come tante zanzare!

  • rino 24 Novembre 2019

    Le sardine sono una prova di forza del PD che, con grande capacità organizzativa, che la destra dovrebbe apprendere, cerca di influenzare gli indecisi e riagganciare i voti passati ai cinque stelle. Se la destra non si muove e non saprà volgere contro la sinistra i moti di piazza che saranno messi in atto per impedire o disturbare le manifestazioni dei suoi i rappresentanti e dei quali le sardine sono la prova generale, rischia di perdere. Una perdita in Emilia, sarebbe una grave battuta d’arresto.