Sanità nel Lazio, Regimenti: “Da Zingaretti solo favole, i costi li pagano i cittadini”

venerdì 29 Novembre 15:47 - di Redazione
sanità

Sanità regionale, “ma quale uscita dal commissariamento… Il governatore Zingaretti ha costruito un castello delle favole grazie all’appoggio dei suoi ministri amici, ma la sanità nel Lazio è in rosso e i suoi annunci non incantano nessuno. La realtà è ben diversa. I cittadini lo provano ogni giorno sulla loro pelle, con lunghe liste di attesa, pronto soccorso sovraffollati, posti letto che mancano nei reparti, personale medico e infermieristico trascurato. Il tutto complicato inoltre da investimenti improduttivi e soprattutto una pressione fiscale veramente esagerata”. E’ quanto dichiara Luisa Regimenti, europarlamentare della Lega e responsabile della sanità per il partito nel Lazio.

La Regimenti lo ha detto in occasione della manifestazione “Matteo Salvini per Roma. Più pulizia, più sicurezza, più dignità”, che si sta è tenuta al Teatro Italia.

Sanità, nel Lazio si paga un terzo di più

La Regimenti, parlando della situazione della sanità, ha così proseguito. “A novembre 2019, infatti, l’addizionale regionale del Lazio risulta ai massimi previsti, ovvero il 3,33%. Ossia la più alta d’Italia, per cui la sbandierata uscita dal commissariamento, di fatto, in realtà la stanno continuando a pagare da anni i cittadini”, sottolinea ancora la Regimenti. Che aggiunge: “Se facciamo un confronto ad esempio con la Lombardia, un cittadino del Lazio paga in media il 33,5% in più all’anno”.

Da Zingaretti solo chiacchiere

“Che i numeri reali siano lontani dalle chiacchiere del presidente Zingaretti – rimarca l’esponente leghista – emerge anche dalla relazione della Corte dei conti. La quale ha evidenziato come l’esposizione debitoria della Regione, comprensiva delle anticipazioni di liquidità, ammonti nel 2018 a oltre 22,6 miliardi di euro”. “Il Lazio, e Roma in particolare, che ogni giorno accoglie pazienti da tutto il territorio regionale a causa del deleterio ridimensionamento degli ospedali di provincia, merita più attenzione e interventi mirati nel settore. Al tavolo tecnico permanente che ho avviato assieme all’onorevole Claudio Durigon – conclude Regimenti – stiamo lavorando a una serie di iniziative per dare alla sanità regionale risposte concrete”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *