Roma, stop alle auto Euro 3. Ecoitaliasolidale: «Dalla Raggi un’ordinanza che sa di commedia»

lunedì 4 novembre 10:31 - di Redazione
Ecoitaliasolidale

Nello specifico di Roma – proseguono gli esponenti di Ecoitaliasolidale – poi  il provvedimento cozza contro una realtà inverosimile. «Da una parte la città sommersa di rifiuti maleodoranti accumulati in ogni angolo di strada. Dall’altra si finalizza il provvedimento aria pulita alla valutazione del fermo auto euro 3». Come se fosse «l’unica e sola fonte di inquinamento».

Ecoitaliasolidale contro la Raggi

«Peraltro, secondo l’ordinanza della Raggi sono  esentati dal provvedimento migliaia di veicoli». E cioè quelli delle Forze dell’Ordine, i mezzi di soccorso anche stradale e il pronto intervento per acqua, luce, gas, telefono. Inoltre tutti i mezzi della Polizia Municipale,  imezzi Ama, quelli del Comune che si occupano della  gestione  del verde,. E ancora, quelli della Protezione civile e del decoro urbano, ma anche i veicoli con targa C.D., quelli dello Stato Città del Vaticano. e C.V, ed i veicoli adibiti al trasporto collettivo pubblico. «E qui arriviamo anche al punto», proseguono  Benvenuti e Urbano. «Mentre si chiede il massimo rigore già da oggi per i comuni cittadini, i mezzi pubblici non sono adeguati al provvedimento per limitare l’inquinamento».

Nel mese di settembre 2019, su 1663 bus Atac circolanti ben 685 erano Diesel Euro3 (41,3%). Un bus era addirittura Diesel Euro2. Fino ai mesi precedenti le vetture Euro3 di Atac in circolazione erano circa il 50%. «Per fare un confronto  Milano  non ha più mezzi pubblici  Euro3 dal 2018. A Roma, invece, l’Atac per sostituire
i suoi circa 800 bus diesel Euro3 impiegherà ancora diversi anni».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Nicola 5 novembre 2019

    Ma è un provvedimento farlocco come si dice a Roma…Non più tardi di un mese fa sono stato a Milano e dintorni,lì si che funziona l’Area vietata alle diesel euro 4 perché agli accessi ci sono i varchi dotati di telecamere che ovviamente sono inflessibili,mentre a Roma la Raggi punta sull’onestà del cittadino e sulla buona volontà dei Vigili Urbani,quindi non cambierà nulla e rimarrà lo stesso inquinamento di prima…

  • In evidenza