Rita Dalla Chiesa all’attacco: «Noi abbiamo rimandato Amanda negli Usa mentre Chico…»

mercoledì 6 novembre 14:55 - di Redazione
Rita Dalla Chiesa

Rita dalla Chiesa interviene sul caso Forti. «Scusate, Chico Forti è dal ’98 in galera in America, e noi abbiamo rimandato in America Amanda Knox?». Lo ha twittato Rita dalla Chiesa facendo riferimento a un servizio dell’ultima puntata delle Iene.  Il servizio è dedicato appunto alla vicenda di Enrico, Chico, Forti che sta scontando negli Usa una condanna all’ergastolo per l’omicidio di Dale Pike. L’uomo fu ucciso con due colpi di pistola su una spiaggia di Miami il 15 febbraio 1998. Una vicenda sulla quale pesa il dubbio che la condanna sia frutto di un errore giudiziario.

Rita dalla Chiesa sul caso di Chico Forti

Il programma Le Iene su Italia 1 ha raccontato ancora una volta l’incredibile storia del trentino. «Chico Forti è stato condannato al carcere a vita, deve morire in prigione, ma sin dal primo giorno si è sempre proclamato innocente», si legge sulla pagina Facebook delle Iene nel presentare il servizio. Tantissimi i commenti e tra questi anche quello di Rita Dalla Chiesa.

Le reazioni

Le parole della conduttrice non sono passate inosservate. Un utente osserva: «Su questo non posso essere d’accordo con lei. Chi è innocente non deve essere condannato, la nazionalità che c’entra?». E Rita Dalla Chiesa risponde: «Purtroppo ci sono ancora molti dubbi… mentre su gli americani hanno certezze che nessun avvocato ha. E intanto sono 20 anni che sta in galera, senza uno straccio di dubbio o di prova». Un altro ancora commenta:  «Scommettiamo che tornano in America anche gli assassini del vicebrigadiere Cerciello? Sì, proprio quel carabiniere servitore dello Stato trucidato con undici coltellate. Magistratura debole per uno Stato debole».

L’inchiesta  delle Iene

«Chico Forti è stato accusato di aver pianificato l’omicidio di una persona che non aveva mai né visto né incontrato in vita sua». A parlare con l’inviato de Le Iene Gaston Zama è lo zio di Enrico Forti. Il velista e imprenditore televisivo trentino, che sta attualmente scontando la sua pena in un carcere della Florida, si è sempre dichiarato innocente e vittima di un errore giudiziario.

La vittima dell’omicidio è l’americano Dale Pike, ucciso in una spiaggia di Miami con due colpi di pistola alla nuca. Pare che Forti stesse trattando l’acquisto del Pike’s Hotel di Ibiza ma la trattativa sembrava più che altro una truffa. Secondo il movimento di opinione che in Italia chiede la revisione del processo, la condanna sarebbe stata pronunciata in assenza del movente e delle prove.

La Iena, come si legge su mediasetplay.mediaset.it, incontra le persone più vicine a Chico, quelle che nel corso di questi lunghi 20 anni non hanno mai smesso di credere nella sua innocenza e ripercorre tutti i movimenti che hanno portato alla sua incarcerazione a vita. L’inviato intervista inoltre il magistrato Lorenzo Matassa, uno dei giuristi che si è occupato di questo fatto di cronaca, convinto che nelle indagini manchino le carte fondamentali per procedere con una sentenza di questo genere.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Claudio Giusti 9 novembre 2019

    Un concentrato di stupidaggini e fesserie.

  • In evidenza