Premio Caravella Tricolore alla Fondazione An il 28 novembre. Su “Realtà Nuova” tutti i premiati

venerdì 15 novembre 16:34 - di Redazione

Il Premio Caravella Tricolore 2019 è alle porte. Giovedì 28 novembre alle 18, la Sala Convegni della Fondazione Alleanza nazionale ospiterà  la quarta edizione del premio, che ha ripreso vita nel 2017. Tutti i particolari, l’elenco dei premiati e le motivazioni dei riconoscimenti  sono tutti da leggere sul nuovo numero di Realtà Nuova. Il periodico di politica e di cultura diretto da Domenico Gramazio fornisce i nomi di  tutti i premiati  in questa nuova tornata del riconoscimento e tutti gli ambiti culturali e scientifici presi in esame.

Si spazia pertanto tra Arte, Cultura, Scienza, Informazione, Memoria, Sport, Sindacalismo, Poesia, Giornalismo: sono queste e tante altre le sezioni del Premio Caravella. Va da sé che il riconoscimento  premia  personalità che hanno coniugato la passione per le idee con il loro lavoro quotidiano. Per questo ridare vita a un premio della nostra tradizione è una grande soddisfazione. Simpatizzanti, amici della Fondazione Rivolta Ideale, di Realtà Nuova; del Cis,; del Cenacolo delle Intelligenze scomode. Tutti  hanno voluto ridare vita al “vecchio” premio Caravella. La sensibilità di Giuseppe Valentino, presidente della Fondazione Alleanza Nazionale, ha fatto il resto. Questi i premiati.

Premio Caravella Tricolore: i premiati

Segnaliamo Adalberto Baldoni, storico della destra italiana, a cui andrà un premio speciale. A Gianfranco De Turris andrà il premio Giornalismo. Ci piace menzionare la più giovane premiata, la calciatrice Giulia Franco. Saranno in pista a ricevere il premio Caravella la Fondazione Giuseppe Tatarella; Maurizio Battista; Riccardo Pedrizzi. La Compagnia dell’Anello, che promette una serata di canti einni della nostra colonna sentimentale e politica. Ancora: Alberto Rendina; l’Associazione Campo della Memoria. Ancora: Giuseppe Sugamele, il quotidiano Il Tempo per l’editoria. Pier Giorgio Francia per la Poesia; Cesare Bruni per
Storia e Cultura; Alberto Rendina;  Claudio Togna; Rossana Cerbo per la Sanità e la Scuola di Ballo Risorgimentale. Una serata tra amici, professionisti di valore, canti e memoria.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza