Maltempo, allerta in mezza Italia. Dispersa una donna in Piemonte. Il Po oltre il livello di guardia

domenica 24 Novembre 12:21 - di Redazione
maltempo

Maltempo senza sosta. Continua per tutta la giornata di oggi l’allerta meteo su gran parte dell’Italia. La Protezione Civile sta valutando  l’allerta rossa in Calabria e su alcuni settori di Piemonte e Liguria.

Maltempo in Piemonte

Situazione particolarmente difficile in provincia di Alessandria. I vigili del fuoco stanno intervenendo a Sezzadio. Lungo la strada provinciale 186 un’autovettura con tre persone a bordo è finita nel  Bormida. Due persone sono state salvate mentre la terza è dispersa. La persona dispersa è una donna di 52 anni, che è rimasta intrappolata nel mezzo.

Il maltempo si abbatte anche nel Bergamasco, In mattinata è esondato il torrente Belbo,  al momento senza danni. Il casello autostradale di Alessandria Sud è chiuso per allagamenti. Circa 200 persone sono state sfollate ripartite tra vari comuni. Molti i disagi alle strade, sia per frane sia per allagamenti. Sono isolate le località Olbicella e San Luca nel comune di Molare, per un totale di 60 abitanti. La località Venturina nel Comune di Alice Bel Colle per un totale di 10 famiglie, Borgo Vercellino e località Bonanti per frana (rispettivamente 50 e 10 persone) e Borgata Torielli, nel comune di Acqui Terme (10 persone).

Allagamenti, il Po oltre la soglia di guardia

Forti piogge si sono verificate sulla fascia nord-occidentale, sulla pianura torinese e sui settori appenninici ai confini con la Liguria. In provincia di Torino si sono registrati tra i 20 e i 30 centimetri di neve sopra quota 1.600 metri. Il Po nella notte ha superato la soglia di guardia. Allagati i Murazzi e il Borgo Medievale. Sotto controllo anche le aree del Meisino e del Fioccardo. Preoccupante anche le condizioni dei fiumi. Il Bormida è sopra il livello di pericolo ma non ci si aspettano incrementi “significativi”.  Il Belbo è in incremento e ha raggiunto la soglia di pericolo. Lo Scrivia è a livello di guardia. Il Tanaro è sulla soglia di pericolo vicino a Montecastello, nell’Alessandrino. E a livello di guardia ad Asti, Chisola e Malone. Nel torinese, il Po ha superato il livello di guardia. Il lago d’Orta è alla soglia di guardia.

Nuovo allarme a Venezia

È stato di 129 centimetri il picco dell’acqua alta a Venezia alle ore 9. Le previsioni di una marea massima di 140 centimetri non si sono concretizzate.  La Centrale operativa della Polizia locale informa che a causa dell’acqua alta è stato chiuso temporaneamente il ponte votivo per la Basilica della Salute.

In Liguria è la Valpolcevera che ha maggiormente sofferto. Proprio nella zona del crollo di Ponte Morandi allagamenti e fango hanno danneggiato esercizi commerciali, il cantiere del nuovo Ponte è stato costretto a sospendere i lavori in quota,

Nel Lazio tutte le squadre dei vigili del fuoco di Roma e Provincia sono impegnate nelle operazioni di intervento. Tanti gli allagamenti oltre alla caduta alberi e rami. Sono stati circa un centinaio gli interventi dalle 20 di ieri sera fino a questa mattina. Un’altra ventina ancora da compiere. Le aree più colpite sono quelle di Anzio e Pomezia. Fortunatamente non ci sono state vittime. Sono intervenute anche le squadre dei sommozzatori.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *