«Ma quale ius soli…»: Di Maio spegne i sogni di Zingaretti. E Lamorgese dribbla

mercoledì 20 novembre 13:30 - di Giorgia Castelli
Ius soli

Su ius soli e ius culturae si consuma l’ennesima faida tra M5S e Pd. Da un lato c’è Nicola Zingaretti con la sua proposta anti-italiani. E dall’altro il no a distanza dei 5Stelle che si dicono “sconcertati”. A ribadire ulteriormente la posizione dei grillini è il capo dei 5S. «Per le strade la gente non mi ferma per chiedermi lo ius soli. Mi chiede lavoro, meno tasse, liste di attesa negli ospedali più veloci. L’Italia non è un prodotto da campagna elettorale. Milioni di famiglie aspettano risposte». Dunque, «è un tema che non è mai entrato nel programma di governo, né entrerà ora». A stroncare il dibattito sulla cittadinanza ai migranti è il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. In un’intervista al Corriere della Sera spegne i sogni di Zingaretti. Tra le priorità da inserire in agenda nel 2020, Di Maio indica il salario minimo e la legge sul conflitto di interessi.

Ius soli, Di Maio: «Basta con gli slogan»

«Per il Movimento – dice ancora il leader del Movimento 5 Stelle commentando le parole di Nicola Zingaretti – dare un’anima a questo governo significa dare tutto per gli italiani. Se ci sono delle difficoltà è normale perché siamo nati in poche settimane, ma vedo un clima positivo: non roviniamolo con slogan per il nostro elettorato. Dopo la manovra mi auguro che ci siederemo a un tavolo e lavoreremo a un calendario per il 2020. A partire da salario minimo, legge sul conflitto di interessi e riforma della sanità». L’argomento è rognoso e ha già provocato numerose polemiche all’interno della maggioranza. Non prende posizione il ministro dell’Interno. Luciana Lamorgese dribbla, infatti, la domanda sul tema dei migranti che sta dividendo la maggioranza. «Ius soli e Ius culturae? Io sono venuta qui all’Anci per parlare con i sindaci – dice perché ritengo che il Viminale sia la casa delle autonomie: e solo di questo dobbiamo parlare…».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza