Il Pd non ne può più di Renzi & C.: «Se andate avanti così, la corda si spezza». E Conte suda freddo

mercoledì 6 novembre 12:41 - di Angelica Orlandi
Pd

Esasperati, stressati, i vertici del Pd, sul’orlo di una crisi di nervi, si sono tutti riuniti, non tanto appassionatamente. Si è tenuto stamattina alla Camera un vertice del Pd sulla manovra: con Nicola Zingaretti, Dario Franceschini, la delegazione dei ministri Pd, i capigruppo di Camera e Senato, il vice segretario Andrea Orlando. Tutto lo “Stato maggiore”. Dalla riunione, a quanto si apprende, è emersa  “esasperazione” per le continue polemiche e tensioni imposte da M5S e Italia viva sulla manovra. “Se si va avanti così, la corda si spezza”, hanno sottolineato i vertici Pd.

Del resto, le parole di Renzi sul suo profilo Fb, a chi non farebbero venire le palpitazioni? “Nei giorni scorsi ci hanno accusato di essere sfasciacarrozze perché chiedevamo di cancellare provvedimenti sbagliati come l’aumento delle tasse sulle auto aziendali”, scrive l’ex premier. “Adesso che questa misura sbagliata è stata cancellata, potremmo toglierci tanti sassolini dalle scarpe e chiedere che fine hanno fatto quelli che una settimana fa ci insultavano. Ma Italia Viva è nata per risolvere problemi, non per fare polemiche. E adesso possiamo dire che la tassa sulle auto aziendali non ci sarà. Avanti così! Buona giornata”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza