Il Fatto Quotidiano fa a pezzi la Bellanova, ministra “per caso”: «Vi raccontiamo chi è»

sabato 2 novembre 12:18 - di Gigliola Bardi
Fatto Quotidiano

Il Fatto Quotidiano smantella la ministra.  Prima Travaglio l’aveva descritta come «più pericolosa dei Brigatisti rossi», poi l’ha fatta descrivere come una voltagabbana pronta a vendere tutta la sua storia per la carriera. Ricordandoci pure che, in fondo, al giuramento da ministro era effettivamente vestita male. Marco Travaglio non molla la presa su Teresa Bellanova che, a quanto pare, per il direttore del Fatto Quotidiano è assurta a ruolo di nemico pubblico numero 1. Del resto, è la capodelegazione di Matteo Renzi a Palazzo Chigi.

Il Fatto Quotidiano e «il mistero gaudioso della Bellanova»

Il Fatto dedica al ministro dell’Agricoltura un “ritratto” al vetriolo, intitolato “Storia di una resistibile ascesa: i molti Cari Leader della ministra”. Nel lungo articolo vengono ripercorse carriera, scelte politiche e istituzionali e giravolte dell’ex bracciante arrivata a Palazzo Chigi. «Ora, inopinatamente, Bellanova è ministra. “Non ce la meritiamo”, hanno scritto i suoi fan su Twitter. Ma forse sì», commenta Marco Palombi che firma il pezzo. E che sottolinea che «come Teresa Bellanova sia arrivata a essere personaggio centrale nella politica italiana è mistero profondo quanto gaudioso per chi ne ha seguito i passi».

«Gli haters le hanno garantito la beatificazione»

«Oggi, finita in un partito di schietta destra liberale, la sua resistibile ascesa si è conclusa con la più ovvia delle beatificazioni mediatiche. Quella – si legge sul giornale diretto da Travaglio – garantita dagli haters per le critiche becere ricevute sui social per il vestito, invero non azzeccatissimo, con cui si presentò a giurare da ministra dell’Agricoltura (in quota Renzi) al Quirinale».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Syu 3 novembre 2019

    A certi giornalisti un po’ di agricoltura farebbe molto bene.

  • In evidenza