Di Maio passa da una tv all’altra, ora va anche a Uno Mattina: «Il M5S ha occupato la Rai»

11 Nov 2019 11:37 - di Redazione
m5s

Non bastavano i monologhi di Giuseppe Conte, ora ci si mettono anche i collegamenti da Bruxelles di Luigi Di Maio. E la sensazione è che ormai il Rai 1 sia diventata “cosa” del M5S. A denunciare “l’occupazione” pentastellata dell’ammiraglia è il deputato leghista e segretario della Vigilanza Rai Massimiliano Capitanio, che annuncia una interrogazione in Commissione.

Capitanio: «Il M5S ormai è padrone del Tg1»

“Tra pochi minuti il Movimento 5 Stelle, ormai padrone del Tg1, occuperà anche Uno Mattina. Mentre Di Maio disoccupa l’Ilva, occupa la Rai, speriamo con ascolti migliori rispetto a Conte”, ha denunciato Capitanio. “Sorprende questo collegamento da Bruxelles perché in precedenza la testata giornalistica diretta da Giuseppe Carboni non era sembrata interessata ad altri approfondimenti politici. Evidentemente l’emorragia di voti ha richiesto alla Casalino Associati un cambio di strategia. È chiaro – ha concluso il leghista – che solleveremo il caso in Vigilanza e ci aspettiamo a breve analogo spazio per tutte le forze politiche”.

La petizione per abbassare il canone Rai

In queste stesse ore, poi, su Change.org sta riscuotendo un certo successo la petizione lanciata da un altro segretario della Vigilanza, il deputato di Italia Viva Michele Anzaldi, per chiedere la riduzione del canone Rai. Anche il renziano, nella raccolta firme, punta l’indice contro la faziosità dell’informazione del servizio pubblico e cita come esempio il “monologo del presidente del Consiglio Conte mascherato da speciale sulla guerra tra Turchia e curdi”, che – ha ricordato anche lui – ha fatto crollare gli ascolti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA