Contrabbando di sigarette per 1 milione di euro, 17 arrestati. Uno prendeva il reddito di cittadinanza

22 Nov 2019 16:12 - di Eugenio Battisti
contrabbando

Sgominato un maxi traffico di contrabbando di sigarette. La guardia di finanza ha arrestato 17 persone. E sequestrato 8 imbarcazioni utilizzate per il trasporto di 6,7 tonnellate di tabacchi.

Fermato un traffico milionario di contrabbando

L’operazione è scattata nei tratti di mare del Trapanese e del Siracusano, dopo che un aereo dei militari ha notato le rotte anomale di due barche. Tra i 17 finiti in manette uno  percepiva regolarmente il reddito di cittadinanza. Si tratta di un trapanese, ufficialmente disoccupato, che ogni mese intascava uno stipendio gratis. Grazie alla politica dell’occupazione del governo 5Stelle. Non è il primo caso. Solo a novembre, in Sicilia, sono stati scoperti una decina di delinquenti che beneficiavano del sussidio. Tra questi anche un pusher. Per lo Stato sono disoccupati “indigenti”. Nella realtà svolgono un lavoro ben remunerato nel mondo della criminalità.

L’operazione della Guardia di Finanza

Gli agenti hanno sequestrato ai contrabbandieri, di nazionalità italiana, libica ed egiziana, anche 160mila euro in contanti. Le due imbarcazioni individuate dall’aereo della Gdf, un Atr 42, erano al largo di Lampedusa. Stavano navigando affiancate e poi si sono dirette una verso Mazara del Vallo e l’altra verso Siracusa. Le due barche, ciascuna di oltre 20 metri, sono rimaste ai limiti delle acque territoriali. Lì aspettavano l’arrivo di motoscafi veloci, provenienti dalla costa,  per il trasbordo delle casse di sigarette.

Arrestato l’equipaggio e gli acquirenti

Il dispositivo della Finanza è dunque intervenuto per bloccare le “navi madre” che rientravano verso l’Africa. E i motoscafi utilizzati per il trasbordo. Tutte le imbarcazioni contrabbandiere sono state abbordate e portate a terra nei porti di Mazara e Siracusa. Agli arresti sono finiti  gli 11 membri dell’equipaggio delle due navi nordafricane. E i sei italiani, acquirenti dei tabacchi, originari di Trapani e di Siracusa. Le circa 7 tonnellate di sigarette, destinate a rifornire i mercati siciliani  avrebbero fruttato all’organizzazione criminale introiti per oltre 1 milione di euro.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Giuseppe Forconi 23 Novembre 2019

    Scusate, ma avete informato Di Maio di togliere il reddito a costui?

  • SUGERITI DA TABOOLA