Barbara Lezzi urla in aula contro Salvini. E lui la ridicolizza: «Sei un genio, ma non ti capisco»

mercoledì 6 novembre 10:41 - di Paolo Sturaro
Barbara Lezzi

Nuovo scontro in aula tra M5S e Lega. O meglio, tra Barbara Lezzi e Matteo Salvini.

Si parla del caso Ilva. Per il caso-Ilva, Nella bufera c’è la parlamentare pentastellata. Tutti vedono il lei la “colpevole” di quanto accaduto a Taranto. Sullo scudo penale è scivolata ma tenta di salvarsi in angolo. Nel corso della sessione, ecco che a prendere parola è stata proprio Barbara Lezzi. Come al solito, fa un intervento particolarmente strillato: «Far finta che un morto di 35 anni e la sua famiglia non abbiano lo stesso diritto alla giustizia di tutti gli italiani – ha urlato – questo vuol dire prima gli italiani, prima i tarantini e prima i pugliesi. Altro che le menzogne di un capitano dei miei stivali che dice a me: torna e vai a Taranto»

«È lui che annullato i comizi a Taranto, vada a lui a parlare a Taranto ex ministri Salvini. Bacioni, da Taranto». Matteo Salvini non si è minimamente scomposto. Dai banchi del Carroccio ha indirizzato dei “bacioni” alla Cinquestelle. Poi ha commentato ironico rivolgendosi sempre a Barbara Lezzi: «È un genio ma non la capisco».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • giovanni.niccolini 6 novembre 2019

    Tutto bene.. Ma non capisco cosa sia questo “scudo penale”. Forse che provocando la morte x avvelenamento di tante persone non si paga nulla?

  • In evidenza