“Balotelli è un giocatore finito. Fa solo pagliacciate”: bufera sul capo ultrà del Verona

lunedì 4 novembre 14:01 - di Redazione
Balotelli

I cori contro Mario Balotelli durante la partita Hellas Verona- Brescia tengono banco. “Non è razzismo, è folklore”, commenta Luca Castellini, capo ultras del Verona,  a Radio Cafè. Giudizi da dimenticare sulla persona Balotelli. Da un episodio spiacevole avvenuto sul campo a un giudizio sull’italianità nelle vene del gicatore, il passo diventa breve. Castellini ha deciso di compierlo quel passo spericolato, dando un giudizio sconcertante: “Balotelli secondo me è italiano perché ha la cittadinanza italiana, ma non potrà mai essere del tutto italiano“. Un giudizio che fa accapponare la pelle. Che sconcerta molto più dei “buu”. Che sono frequenti in tutti gli stadi del mondo, come sfottò dei disturbo, nella maggior parte dei casi. La madre dei cretini, si sà, fa sempre danni…

Un giudizio offensivo per la persona Balotelli, che va oltre l’episodio specifico. Un Castellini qualunque che discetta di cittadinanza e di tasso di italianità nelle vene fa ridere, se non ci fosse da compatire. L’“illuminato” capo ultras della curva del Verona, con questa frase infelice fa passare in secondo piano quanto accaduto domenica sul campo. Questa è stata, comunque, la sua versione dei fatti che hanno portato l’arbitro a sospendere la partita per qualche minuto. “Noi abbiamo una cultura identitaria di un certo tipo. Siamo una tifoseria che è dissacrante, che prende per il c… il giocatore pelato, quello con i capelli lunghi, il giocatore meridionale e il giocatore di colore. Ma non lo fa con istinti politici o razzisti. Questo è folklore, si ferma tutto lì”. Un giudizio in sintonia con quella fornita dal tecnico del Verona Ivan Juric.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • giorgio 5 novembre 2019

    Il giocatore poteva essere un valore aggiunto sia per la squadradi club che per la Nazionale, purtroppo non lo e’ stato causa la sua “cocciutaggine” (?????????), gli si da troppa importanza, quando non si hanno argomenti validi si cavalca tutto.

  • fabio dominicini 5 novembre 2019

    Evidentemente siamo in presenza di sotto sviluppati mentali.-
    Ciò che indigna è anche l’ottusa malafede di allenatore e presidente del Verona ,che insistono nel negare la realtà !
    A parte ciò quegli ultrà non devono mettere più piede in uno stadio.
    Permettetemi ancora una osservazione : ma le centinaia di tifosi presenti in quella curva non sono stati capaci di zittire ed emarginare una minoranza di cretini !?

  • In evidenza