Albania, sale a 49 il bilancio delle vittime. Tra le macerie anche una mamma abbracciata ai suoi tre bambini

venerdì 29 Novembre 13:34 - di Redazione
Albania

Continua a salire il bilancio delle vittime del violento terremoto che martedì ha devastato l’Albania.

Albania, 49 morti. Anche una mamma abbracciata ai suoi tre figli

morti sono 49 e i feriti 750; mentre 45 persone sono state recuperate dalle macerie. A Thumane, una delle località più colpite dalla scossa di magnitudo 6.4 del 26 novembre, si contano 23 morti. Di cui sette appartenenti a una famiglia di nove persone. Tra gli ultimi corpi ritrovati, quelli di una mamma abbracciata ai suoi tre bambini sul letto. Sono stati estratti dalle macerie della loro villetta a Durazzo dai Vigili del fuoco italiani. Ci sarebbe ancora un disperso.

Intanto si registrano nuove scosse. L’ultima, di magnitudo 4,8, è stata registrata ieri sera a pochi chilometri a nord di Durazzo. In precedenza, poco prima delle 12, ne era stata rilevata un’altra di 5,1. A Durazzo si è scatenato il panico tra residenti e soccorritori nei pressi dell’hotel Miramare sbriciolato dal sisma di martedì scorso.

Più di 5000 sfollati. Danni incalcolabili

Drammatico anche il bilancio dei danni. Sono oltre 1.200 le abitazioni danneggiate e più di 5.200 gli sfollati. I dati sono stati resi pubblici dal premier Edi Rama nel corso della riunione del governo. Nella provincia di Durazzo, in particolare, sono 710 le abitazioni danneggiate, 12 quelle completamente distrutte e 176 i palazzi danneggiati. Nella provincia di Tirana, invece, sono 239 le abitazioni che hanno subito danni e 15 quelle distrutte, mentre 8 palazzi sono inagibili e 61 danneggiati.

Degli oltre 5.200 sfollati, 1.260 sono a Durazzo, circa 500 a Thumana e altri 3.500 nella provincia di Tirana. Il premier ha fatto sapere che entro oggi saranno chiuse le tendopoli e le persone saranno trasferite presso strutture alberghiere o centri di accoglienza.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *